Image

S. Marco Evangelista
Scheda bibliografica

Nelle edizioni del Nuovo Testamento trovate sempre prima Matteo, poi gli altri. La critica odierna ha assicurato  che il  primo è Marco. E' giusto e sommamente interessante, agli effetti di una lettura più approfondita del suo Vangelo, conoscere di questo autore sacro quanto risulta dalla ricerche storiche più aggiornate. E punto primo, teniamo presente che Marcus è il nome che il Nostro ha assunto in chiave romana, o forse addirittura etrusca (come gli italiani dell'ultimo dopoguerra con i vari Jonny,Tony, Betty “Made in USA”). Il suo vero nome di... circoncisione, era semplicemente Joannes, divenuto poi Joannes - Marcus, infine tout-court  Marcus, Marco.

<

Image
L' Evangelista Marco
in una scultura lignea

Ci viene presentato come figlio di Maria, la padrona del locale dove Pietro, uscito prodigiosamente dalle prigioni del re Agrippa I, trovò radunata la prima comunità cristiana di Gerusalemme, come narrato in Atti 12, 12-17. E' opinione comune fra gli studiosi che si tratti della casa del Cenacolo, quella dove Gesù aveva celebrato la sua unica eucaristia. Aveva anche una sorellina dal nome Rode o Rosetta.

Ancora più sicuro e interessante è apprendere che Marco è cugino di Barnaba, (anche questo un secondo nome, perché si chiamava in realtà Giuseppe Barnaba  il  noto Apostolo della "seconda chiamata", un levita oriundo dell'isola di Cipro (cf.At 4, 36-37).

Dunque la famiglia del Nostro era di estrazione sacerdotale, essendo i leviti sacerdoti di rango subalterno. Un antico scrittore narra (ma non sappiamo su quali basi storiche si fondi) che Marco, per dimostrare quanto non gradisse questa appartenenza all'ordine sacerdotale ebraico, si fece tagliare il pollice di una mano, menomazione che invalidava il servizio levitico.

Più affascinante la supposizione che il giovanetto (neaniskos) schizzato via nudo dalle mani del legionario romano, al momento della cattura di Gesù al Getsemani, fosse proprio lui.

Dopo la Pentecoste, con il cugino Barnaba fece parte del primo viaggio dell'apostolo Paolo; ma dopo la campagna di Cipro, si separò dal gruppo e tornò a casa sua, a Gerusalemme (At. 13, 13). Poi ci ripensò e, all'inizio della secondo viaggio, chiese di rientrare. Paolo rifiutò.

Allora successe qualcosa che nella Chiesa si è sempre evitato di mettere bene in luce: tra Paolo e Barnaba (che sotto certi aspetti, era preferito dalle  prime comunità cristiane): "vi fu un grosso litigio": tanto grosso che Barnaba, noto per mitezza di carattere e "uomo buono, pieno di Spirito Santo e di fede" (At. 11, 24), abbandonò Paolo, che lui stesso aveva sponsorizzato davanti alla Chiesa.

Questo ci spiega perché il suo Vangelo, fin dall'antichità, sia stato considerato Vangelo di Pietro, scritto, dietro sua richiesta. Marco, dopo quell' incidente increscioso con Paolo, si era messo alla sequela del primo degli apostoli, diverso per  carattere. Aveva seguito Pietro ad Antichia e a Roma e, dopo aver appreso tutto dalla sua catechesi autorevole, ne aveva compilato una narrazione bene ordinata della vita, dell'opera e dell'insegnamento del divino Maestro.

AS VIAS DO ESPIRITO

Imaculada Conceição

Image

"Eu me chamo Imaculada Conceição"

Foi a confirmação do Dogma de Fé proclamado pelo Santo Padre Pio X, depois que o povo cristão, desde séculos, dava este título à Nossa Senhora. Como sempre Nossa Senhora não propõe encontros nem  diálogos com os responsáveis da humanidade, mas se serve de uma simples camponesa, Bernadette, filha de François e de Louise, nascida o dia 07 Janeiro de 1844, em Mulino de Bolly, nos arredores de Lourdes. À miséria em que vivia a familia dos Soubirous se acrescentou para Bernadette o sofrimento da asma que não a fazia dormir.

 
Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

The Confession

Image

How to
confess well

Under the title of “How to confess well” the Cardinal Angelo Comastri has placed a path for the examination of conscience, that takes into consideration the life in the modern world. Let’s run to the source of Misericordy! The Holy Father has pointed out three spiritual goals to be reached for an authentic and genuine Christian life. Let’s see them! 1. The sacramental confession, as a sign of conversion; 2. The fidelity to the Sunday, Day of the Lord and of the Man; 3. The solidarity towards our brothers, especially with deeds of charity towards those in need.



 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Domingo 23 de Octubre – Evangelio Lucas 18,9-14

Image
Domingo 23 de Octubre – Evangelio Lucas 18,9-14


“Dos hombres subieron al templo a orar”.
Antes que subir al templo a orar hay que bajar al propio corazón para ver nuestro rostro y el de los demás, para descubrir lo que pensamos de Dios y de nosotros.
La parábola que Jesús expone, en sus breves versículos, presenta una radiografía de personajes contrapuestos...la soberbia conduce a la perdición y la humildad al encumbramiento de la Vida Eterna.
La sentencia, con la que el Señor cierra la parábola, no deja margen a la duda: “Les aseguro que este último volvió a su casa justificado, pero no el primero. Porque todo el que se ensalza será humillado y el que se humilla será ensalzado”. (Lucas 18, 14)


WEGE DES GEISTES

JORNALEROS DE LA VIÑA DEL SEÑOR

Image

JORNALEROS DE LA VIÑA DEL SEÑOR
“Aunque la parábola se refiere al reino de Dios, tiene mucho que ver con el de la tierra, ya que en nuestras manos está hacer que el planeta empiece a ser ya la casa de todos, en la que todos tengan sitio y puedan vivir y ser felices, degustando ya el cielo prometido. En nuestras manos está que todos los seres humanos puedan ejercer su derecho a trabajar, a aportar su esfuerzo para incrementar el bienestar de todos y mejorar el mundo, con igualdad de oportunidades para todos.

Preghiere

Preghiera (A Maria)

Image

A Maria

Maria donna feriale rendimi allergico ai tripudi di feste che naufragano nel vuoto
Maria donna dell’attesa distruggi in me la frenesia di volere tutto e subito
Maria donna innamorata affrancami dalla voglia di essere sempre capito e amato
Maria donna gestante donami la gioia di sentire nel grembo i fremiti del mondo
Maria donna accogliente dilata a non finire in me la tenda dell’accoglienza