Image

VANGELO E I BENI MATERIALI


Una riflessione


Il Vangelo del Nostro Signore Gesú ci presenta la figura di amministratore infedele, um uomo che ha aprofittato del proprio mestiere per rubare al suo padrone. É stato un semplice amministratore ed ha agito come padrone. Dobbiamo comprendere che i beni materiali sono buoni per sè stessi perché provengano dalle mani di Dio, pertanto abbiamo il dovere di amarli. Frattanto non possiamo "adorarli" come se fossero un Dio e fare di essi uno scopo della nostra esistenza. Dobbiamo essere staccati da loro.
Image
Le richezze sono al servizio di Dio e del nostro prossimo e non devono servire a detronizzare Dio dai nostri cuori  e nelle nostre azioni.  " Non potete servire Dio e la ricchezza"( Luca-16.13)  Noi non siamo padroni dei beni materiali, ma semplici amministratori, quindi non solo dobbiamo averne cura ma anche renderli  il piú produttivi possibile, di accordo con la nostra possibilitá.  La parabola dei talenti lo insegna chiaramente:" (Matteo 25-14.30)  Non possiamo cadere nella avarizia, dobbiamo praticare la liberalitá che é una virtú cristiana che dobbiamo vivere tutti, ricchi e poveri con ciascuno conforme le sue possibilitá, dobbiamo contribuire con il nostro prossimo necessitato.

Image 
Che cosa succede se io ho abbastanza beni per coprire le mie spese ?  Si, uno si deve anche sforzare per cercare di molitplicarli e dare di píú. É bene ricordare le parole di Santo Ambrogio:"  Non é una parte del tuo patrimonio che si dá ai poveri, poi ciò che si dá appartiene a loro. Perché quello che ci é stato dato é per l'uso di tutti. La terra ci é stata donata a tutti e non solo per l'uso dei ricchi " 
Image
Non possiamo essere egoisti pensando  di accumulare beni materiali per noi stessi, come l'amministratore del Vangelo, dicendo bugie , rubando, praticando la cattiveria e avere durezza di cuore, impedendo di essere commosso delle necessitá degli altri.   Pensiamo spesso alle parole di San Paolo:" Dio ama chi dona con  gioia."  (2 Cor- 9.7)  Infine procuriamo essere generosi verso il nostro prossimo necessitato perché questa é la volontá del Signore...........
Image

AS VIAS DO ESPIRITO

Imitação .... 3.16 Só em Deus se deve buscar a verdadeira consolação

Image

Imitação .... 3.16
 
Só em Deus se deve buscar a
 verdadeira consolação

 
Tudo o que eu posso desejar ou cuidar para o meu consolo, não o espero aqui e, sim, na vida futura.
Porque ainda que eu só tivesse todas as consolações do mundo e pudesse gozar de todas as suas delicias, é certo que seria por pouco tempo.
Portanto, minha alma, não poderá ser plenamente consolada,nem perfeitamente confortada,senão em Deus, consolador dos pobres e protetor dos humildes.


THE WAYS OF THE SPIRIT

YOU ARE MY FAITH

Image

YOU ARE MY FAITH

Oh Jesus, people usually think that the faith in You was born by miracles done in the roman Palestine. Those miracles caused only astonishment and they only made  believable your message.
It was the way in which you introduced yourself and explained your thinking that was unusual.
It is easy to point out limits, defects and faults in Moses, David and in the Prophets.
In You, Jesus, everything is majestic and brightly without any ostentation.
In You everything is human an lovable.

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

CARTA DEL PAPA JUAN PABLO II A LAS MUJERES

Image

CARTA DEL PAPA
 JUAN PABLO II
 A LAS MUJERES


Te doy gracias, mujer-madre, que te conviertes en seno del ser humano con la alegría y los dolores de parto de una experiencia única, la cual te hace sonrisa de Dios para el niño que viene a la luz y te hace guía de sus primeros pasos, apoyo de su crecimiento, punto de referencia en el posterior camino de la vida.
Te doy gracias, mujer-esposa, que unes irrevocablemente tu destino al de un hombre, mediante una relación de recíproca entrega, al servicio de la comunión y de la vida.

WEGE DES GEISTES

La nostra vita non dipende da ciò che possediamo

Image

XVIII domenica del
Tempo Ordinario


Anno C


La nostra vita non dipende
da ciò che possediamo


PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’insegnamento di Gesù provoca tra la folla che lo seguiva tanti interrogativi; infatti chiedono continuamente spiegazioni e chiarimenti! Questa volta uno della folla gli dice: ”Maestro, dì a mio fratello che divida con me l’eredità". Nonostante le soprannaturali prospettive dei discorsi di Gesù, preminenti  sono gli interessi terreni; ma la richiesta viene fatta per l’ammirazione e la sapienza dimostrata dal Maestro. Questa domanda fu posta a Gesù perché secondo la Legge di Mosè, al fratello primogenito, competeva il doppio dell’altro ed i rabbini dovevano fare da giudici nelle questioni controverse. Il Cristo non accondiscende alla richiesta ma con atteggiamento, tono e voce amabili, espone a tutti una grande realtà: "...guardatevi e tenetevi lontano da ogni cupidigia, perché anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende dai suoi beni"

Preghiere

Scendi in piazza Di0

Image

Scendi in piazza Di0

Ti ho cantato, Signore, nelle Chiese
e i fratelli hanno fatto coro,
ora me ne vado per strada
a proporre la tua musica.
A faccia tosta, a muso duro,
soffia in me, in noi la tua canzone
d'amore per I'uomo per l 'umanità.