Image

Non hanno confini nè paura

Partono per un luogo dove si sentono chiamati per concretizzare la loro missione. Non hanno età perché tutti possono sentirsi chiamati e partire.

 

 

Image

Io, un industriale e un medico partiremo per il Mato Grosso (Brasile) il 23 aprile prossimo e resteremo là per un mese.

Non vediamo l’ora. Ci stiamo preparando, stiamo rinfrescando il portoghese e salutando tutte le persone care. Le favelas ci attendono.


Non sarà una vacanza turistica, anche se godremo tante bellezze brasiliane.

Non faremo gli eroi o gli esploratori.

Andiamo per incontrare Armando il missionario salesiano e qualche migliaia di ragazzi di strada.


Andiamo per loro, per le loro famiglie.

Ci aspettano a braccia aperte e con il solito calore di quella gente. Vogliamo rivederli come stanno, cosa hanno imparato, come vivono e cosa hanno realizzato di bello in questo anno passato.


Vogliamo vedere i nuovi laboratori di falegnameria, di meccanica, di aggiustaggio di biciclette,.

Vogliamo vedere ultimata la cosa per i salesiani e per i volontari, vogliamo vedere se il quartiere “Villa Piloto” sta diventando più vivibile con luce, acqua, strade, case…


Viene anche un medico di Forlì. Cercheremo di studiare bene la situazione da un punto di vista sanitario.

Metteremo a fuoco cosa è possibile fare o meglio fare per prevenire o combattere tante malattie, soprattutto pensando alle nascite e ai bambini. Si muove e si soffre ancora troppo.


Ci spinge anche il desiderio di stare vicino al missionario con circa quarant’anni di missione brasiliana.

Non vogliamo farlo sentire solo e vogliamo portargli tutta la generosità degli italiani che lo seguono. Abbiamo adottato un missionario.


Giù troveremo anche un giovane che da tre mesi opera con Armando nella missione. Sarà emozionante ritrovarlo.

Ritornerà in Italia con noi e dopo un po’ di tempo ripartirà per un periodo molto più lungo.
Sarà come ritrovare uno di noi.

E dopo di lui altri partiranno. La strada oramai è aperta.


Partiremo con le valigie piene di tante cose utili e arrivati le svuoteremo. Sarà una festa! E dopo un mese di permanenza le riapriremo per metterci tutto quello che avremo preso da questa esperienza.

Cose da portare in Italia, ma soprattutto ricordi, storie e vite vissute da raccontare.

Ed io ve le racconterò al prossimo reportage dal Mato Grosso. A presto.

Don Luigi Giovannoni

 

AS VIAS DO ESPIRITO

Imitação...2.11 DOS POUCOS QUE AMAM A CRUZ DE CRISTO

Image

Imitação...2.11
 
DOS POUCOS QUE AMAM A CRUZ DE CRISTO

 
Tem Jesus muitos que amam seu reino celeste: poucos, porém, que levem a sua cruz.
Tem muitos sedentos de consolações, raros de tribulações.
Encontra numerosos companheiros de sua mesa, poucos de sua abstinência.
Todos desejam gozar com ele, poucos querem sofrer alguma coisa por seu amor.
Muitos acompanham Jesus até o partir do pão, raros até o beber do cálice de sua paixão.
Muitos veneram os milagres, poucos seguem as ignomínias da cruz.

THE WAYS OF THE SPIRIT

It's Christmas

Image

A true joy of the hearth

Five centuries before the coming of Jesus, the king of Babylon (today Baghdad) invaded Israel and deported all its inhabitants to Mesopotamia. Then the prophet Isaiah’s voice raised high; he turned to people and encouraged them: “… After waiting for a long time, the salvation came at last. For us as well, from 20 centuries onwards, Christmas comes every year, as synonymous, often unaware, of joy, peace and family time.
These feelings are showed through lightings, decorations, Christmas tree, presepe, gifts and evenings spent in the family. For the believers, the Christmas joy is the same joy announced by the Angels to the shepherds in the holy night“.
 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

QUIERO ESTAR EN VELA, SEÑOR

Image

QUIERO ESTAR EN VELA, SEÑOR
Preparado  para que, cuando Tú llames, yo te abra
Despierto  para que, cuando Tú te acerques, te deje entrar
Alegre  para que, cuando Tú te presentes, veas mi alegría

 

WEGE DES GEISTES

Don Tonino Bello (Ha scritto "T'amo" sulla roccia)

Image

DON TONINO BELLO

Ha scritto "T'amo" sulla roccia

Vocazione.
E' la parola che dovresti amare di più.
Perchè è il segno di quanto sei importante
agli occhi di Dio Dio.
E' l'indice di gradimento, presso di Lui,
della tua fragile vita.
Si, perchè, se ti chiama, vuol dire che ti ama.
Gli stai a cuore, non c'è dubbio.
In una turba sterminata di gente
risuona un nome: il tuo.
Stupore generale.
A te non aveva pensato nessuno.
Lui si!

Preghiere

La preghiera del prete

Image

La preghiera
del prete


Dio mio e Signore mio, sono un tuo prete, abbondo di amore per te. I tuoi figli, miei fratelli si aspettano da me i tuoi doni infiniti:  fa di questo tuo prete chiarezza per i loro dubbi, pace se scendono nei tormenti dell'esistenza e gioia nella volontà di vivere i tuoi insegnamenti, le tue parole; fa di me la tua presenza nel loro cuore, nella loro mente come tu sei sempre in me e riempi delle tue certezze i giorni di chi mi interroga, avrò così la tua pace mentre sarò cercato nel tuo nome.