Image

... non sono ancora
salito al Padre
(Gv. 20,17)
 

Abbiamo inteso il Risorto suggerire a Maddalena di non insistere sull'abbraccio estatico. Ora gliene spiega il perché: "Non mi trattenere, perché non sono ancora salito al Padre" (Gv 20, 17). A dire il vero, la spiegazione non appare subito così convincente. Maddalena, forse, non se ne rese conto, ancora galvanizzata dall'incredibile scoperta. Avrebbe potuto rispondere a Gesù: “Non sei ancora salito al Padre?. Ebbene, intanto lasciati abbracciare”. Ma, ripetiamolo, era ancora sotto shok, per disporre di questa rapidità di riflessi. Smise di stringerlo (sarà durato un momento, chissà) e tacque ripensando a quelle parole del Maestro risorto.

Image

Per andare un po' più a fondo nell' espressione del Salvatore, bisogna ricordare che, per Giovanni, al quale siamo debitori di questi episodi d'incomparabile bellezza, tutta la vita di Cristo si risolve in un atto di discesa dal Padre, di breve permanenza fra di noi e di risalita al Padre. Sono questi i tre momenti della sua missione salvifica. 

Quel dire: "Ancora non sono salito..." si riallaccia all’ora giovannea, richiamata continuamente nel IV Vangelo, per indicare quella della glorificazione del Figlio di Dio.

In ogni caso, è necessario focalizzare l'espressione nella sua globalità: "Ancora non sono salito al Padre mio". E, subito appresso: "Va' dai miei fratelli e dì loro: lo salgo al Padre mio e Padre vostro".

Una contraddizione? Prima: "Ancora non sono salito" poi "Io salgo". A questo punto, la nostra ricerca deve risalire necessariamente ad un dato importantissimo della nostra comprensione di fede.

Riepiloghiamo il discorso: Gesù è Dio e uomo, perciò, come uomo, composto di anima e di corpo. Pertanto: la sua anima salì alla destra del Padre al momento della morte. Altrimenti non avrebbe potuto dire al buon ladrone: "Oggi sarai con me in paradiso" (Lc 23, 43).  II suo corpo (rimasto nel sepolcro fino a quel primo mattino) vi salì al momento in cui disse a Maddalena: "lo salgo al Padre mio e Padre vostro". 

Di conseguenza, il giorno dell'Ascensione, accade una "teofania", cioè una particolare manifestazione della presenza divina, allo scopo di avvertire i discepoli che, a quel punto, terminava anche il periodo della presenza provvisoria, limitata a qualche ora, qualche mezza giornata, dopo essere stato con loro per sei o sette anni di evangelizzazione.

Difatti, la stessa sera della Risurrezione dirà ai discepoli: "Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi" (Lc 24, 44). Quando ero ancora con voi: durante quei giorni pasquali era stato con loro in maniera saltuaria, attraverso comparse temporanee. Dopo quel periodo, lo avrebbe rincontrato solo nella dimensione della fede, cioè nella Chiesa e nell'Eucaristia.

Tenuto conto di tutto questo, ci sarà facile dare il senso più attendibile alla frase con cui il Risorto distoglie Maddalena dal continuare il devoto abbraccio.

Equivaleva a dirle: ora sospendi questa estasi amorosa di cui ti ha fatto degna la scelta del Padre. Non è ancora il tempo della visione, ma dell'impegno per il Regno dei cieli.

AS VIAS DO ESPIRITO

CRISTO É O REI

Image

CRISTO É O REI
24 NOVEMBRO 2013
UMA REFLEXÃO

CRISTO É O REI
Quando o povo se reuniu para acompanhar Jesus nas estradas de Jerusalém, poucos dias antes de sua morte, cantavam entusiasmados: "  Bendito o que vem em nome do Senhor.......Hosana ao Filho de David.....Hosana ao Rei de Israel...."   não se pode duvidar que era uma solene proclamação para o  Rei/Messias.  O povo não entendia aquele festejo e só foram entender após a Ressureiçaõ ao clarão da luz de Pentecostes. São João nota que o fato de Jesus estar montado num jumentinho, assim se cumpriu a professia de Zacarias.  Jesus não é um rei que entra protegido por militares, ostentando riqueza e poder, sentado num trono e revistido de purpura, mas sim o Rei manso que conquista a terra pelo amor que há no seu coração.

THE WAYS OF THE SPIRIT

THE BEST GIFT

Image

THE BEST GIFT
For you, elderly man/woman, ill man, at the sunset of your life.
I would like to be Santa Claus for you and be close to you, as we were friends forever.
If you think about your childhood, special memory will arouse to your mind!
You hoped with all your heart that Santa Claus would bring a gift to you as you could forget for a while the harsh days of your life, that you leaved with dignity.
May be today you are receiving cakes and gifts from humanitarian organisations and relatives; all things you are deprived of for your poor health conditions.





 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Oración a la Sagrada Familia

Image

Oración a la Sagrada Familia

 

Jesús, María y José

 

en vosotros contemplamos

 

el esplendor del verdadero amor,

 

a vosotros, confiados, nos dirigimos.

 

 

 

Santa Familia de Nazaret,

 

haz también de nuestras familias

 

lugar de comunión y cenáculo de oración,

 

auténticas escuelas del Evangelio

 

y pequeñas Iglesias domésticas.

 


WEGE DES GEISTES

È Natale: fatemi nascere

Image


 

È Natale:

 

fatemi nascere

di Giosy Cento

 

fatemi nascere: dice Dio da sempre. Lui che si definisce come Vita senza tempo ma che si ma­nifesta nel tempo, come vita senza materia ma che diventa toccabile nell'uomo vivente che è la sua gloria. 

 

Fatemi nascere: è l'ora. Dopo attese interminabili di con­flitti e di odi storici, di creature che muoiono di stenti, di fame e di guerre. Dopo decisioni di milioni di aborti senza motivo e senza cuore. Progettate una famiglia che non sia solo coppia, ma sia padre, madre e figli. Non pensate che io vi sto imponendo di far nascere creature. No. Ma ho scritto nel vostro Dna il desiderio di vita nuova - specchio dei vostri occhi e speranza per il sempre.


Preghiere

Buon Compleanno, Figlio del Cielo

Image

Buon Compleanno, Figlio del Cielo
Oggi, figlio, è il tuo Compleanno: che festa quel giorno...
La mamma ti ha preso tra le braccia
e ti ha chiamato Amore.
l baci e le lacrime di papà confuso e commosso.
I fiori, gli auguri, i messaggi più belli: la tua vita, figlio.
Oggi è il tuo compleanno
e ringraziamo che ci sei stato donato
e che ti abbiamo potuto conoscere e amare
come si ama un fiore nuovo a primavera.
il tuo profumo di tenera carne ci ha inebriati di vita,
ci ha fatti impazzire,
sentendoci quasi alla pari di Dio Creatore.