Image

Padre misericordioso che attende

La figura di Gesù attrae tutti, perfino gli esattori di imposte, detti pubblicani.
Avevano una pessima fama, sia per il loro ingrato ufficio, sia per il modo vessatorio con cui lo compivano, sia perché ricordavano il dominio straniero.


Tutti costoro, mentre erano messi al bando dalla opinione pubblica giudaica, si avvicinavano a Gesù perché attratti dalla sua misericordiosa accoglienza ed erano volenterosamente mossi ad ascoltarlo.


Ci sono, immancabilmente, anche i farisei, la classe dirigente, superba e implacabilmente avversa a Gesù; costoro addirittura non si riconoscono peccatori e brontolavano perché il Maestro accoglie i peccatori e addirittura si siede alla loro stessa mensa e mangia con essi.

Image

Gesù, mirabile per equilibrio e forza di sopportazione, dopo aver fatto diversi paragoni (la pecora perduta e la dramma smarrita) racconta la parabola più stupenda e ineguagliabile per stile e contenuti.
E’ la parabola del Figliol Prodigo.
Il personaggio principale è il giovane insofferente di disciplina, perché sottoposto alla doppia dipendenza dal padre e dal fratello maggiore.
“ Padre, dammi la parte che mi spetta”.
Ci siamo subito raffigurati noi; ogni crollo nel peccato nasce dall’insofferenza di una disciplina.
Quante volte, anche noi, abusiamo dei beni che ci ha concesso Dio Padre!
“Dopo non molti giorni, il figlio più giovane, raccolte le sue cose, partì per un paese lontano e là sperperò le sue sostanze vivendo da dissoluto.
Quando ebbe speso tutto, in quel paese venne una grande carestia ed egli cominciò a trovarsi nel bisogno….. Rientrò in se stesso e disse: quanti salariati in casa di mio padre hanno pane in abbondanza e io qui muoio di fame…. partì  e si incamminò verso suo padre. Quando era ancora lontano, il padre lo vide e commosso gli corse incontro, gli si gettò al collo e lo baciò….".
Ogni peccatore sente sempre, in definitiva,
il vuoto dei sensi e il vuoto del mondo, da giungere, a volte, perfino al suicidio.
E questo silenzioso Dio, attende con pazienza, fino a quando l’uomo gli darà la possibilità di coprirlo con la sua misericordia infinita.
Ed è Lui allora che suscita nel nostro cuore il pentimento.
Metti per un attimo a confronto la giustizia  umana con la Misericordia Divina.
Per una mancanza grave l’iter civile è: verbale dei carabinieri, denuncia, causa penale; se l’avvocato è abile, la condanna terrà conto delle attenuanti.
Se dopo un periodo di tempo, dalla stessa persona viene ripetuta la stessa mancanza, questa volta scattano le aggravanti e la pena più severa.
Pensa all’atteggiamento di Dio verso di noi.
Ci ha fatto il dono immenso della libertà e accetta di attendere anni, a volte una vita intera, per il nostro ravvedimento.
Quando ciò avviene, non ci accoglie con risentimento né conteggia i nostri debiti o sentenzia condanne.
Siamo rimasti suoi figli, addirittura un giorno disse:
”…mi faccio carico io delle tue miserie e debolezze; verrò considerato io come bestemmiatore, sporcaccione, ladro, disonesto.. e mi ammazzeranno...”.
Signore mio, ma questa è pazzia! Perché sei arrivato a tanto?
Risponde sia a me come a te: "L’ ho fatto perché ti voglio bene...!" e ci sentiremo ognuno di noi abbracciati da questo amore divino che finalmente realizza il suo sogno.
Io non riesco a rimanere indifferente; anche se confuso, umiliato, se non sono un vigliacco dovrei ripetere continuamente “Grazie Signore”.

VIDEO CORRELATO 

DIO DI TENEREZZA

Image

 

Don Lucio Luzzi

 

<a href="http://www.shinystat.com/it" target="_top"> <img src="http://www.shinystat.com/cgi-bin/shinystat.cgi?USER=viespirito&P=1" alt="Statistiche di accesso" border="0"></a>

AS VIAS DO ESPIRITO

Como se deve evitar a excessiva familiaridade

Image

como se deve imitar
 a
excessiva familiaridade.

 
Não abras teu coração a qualquer homem: mas trata de teus negocios com o sábio e temente a Deus.
Raramente estejas entre os jovens e estranhos.
Não lisonjeies aos ricos e por própria vontade não te apresentes aos poderosos.

THE WAYS OF THE SPIRIT

RINGRAZIARE DIO SEMPRE

Image

RINGRAZIARE DIO SEMPRE

Una riflessione

Dobbiamo ringraziare sempre Dio di ogni cosa che ci dona, San Paolo ce lo esorta sempre.  Tutto ci é stato donato e noi consideriamo poco il fatto che ogni cosa é un dono. Diamo troppo per scontata ogni cosa e purtroppo l'abitudine cancella in noi la tendenza a riconoscere e ringraziare Dio, l'artefice di tutto.  Questa tendenza al ringraziamento trasformerebbe i nostri cuori nella vera pace che solo il Signore ci puó dare. Avere un cuore pieno di riconoscenza per il Creatore Padre sarebbe un buon principio di conversione, ma difficilmente riusciamo a capirlo.

 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

DOMINGO 13 DE OCTUBRE EVANGELIO: SAN LUCAS 17, 11-19

Image

DOMINGO 13 DE OCTUBRE
EVANGELIO: SAN LUCAS 17, 11-19


“Yendo Jesús camino de Jerusalén, pasaba entre Samaria y Galilea. Cuando iba a entrar en un pueblo, vinieron a su encuentro diez leprosos, que se pararon a lo lejos y a gritos le decían: Jesús, maestro, ten compasión de nosotros.» Al verlos, les dijo: «Id a presentaros a los sacerdotes.» Y, mientras iban de camino, quedaron limpios. Uno de ellos, viendo que estaba curado, se volvió alabando a Dios a grandes gritos y se echó por tierra a los pies de Jesús, dándole gracias. Éste era un samaritano. Jesús tomó la palabra y dijo:
-«¿No han quedado limpios los diez?; los otros nueve, ¿dónde están? ¿No ha vuelto más que este extranjero para dar gloria a Dios?» Y le dijo:  -«Levántate, vete; tu fe te ha salvado”.




WEGE DES GEISTES

¡QUIÉN PUDIERA COMO TÚ, MARÍA!

Image

¡QUIÉN PUDIERA COMO TÚ, MARÍA!
Decir al mundo que, en la pequeñez, está el secreto de la felicidad y el asombro.
Que, en la humildad, se funde la llave para conquistar a Dios que, en la docilidad, es  donde uno se llena de la fuerza divina



Preghiere

SIGNORE!

Image
SIGNORE!

I dubbi sulla mia misericordia e sulla Tua provvidenza verso tutti gli uomini, mi assillano, non mi concedono né tregua né pace;
il mio “io” è sempre aggressivo, prevaricante, invasivo, totalitario;
la mia voglia di “profitto” è incalzante;