Image

I domenica
di Avvento


Anno A


Andiamo incontro
al Signore che viene


PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
a cura di Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


La Liturgia di questa prima domenica di Avvento si proietta oltre il Natale e apre prospettive lontane; ci orienta alla venuta finale di Gesù. Il tempo dell’Avvento ci prepara alla manifestazione della Gerusalemme celeste: siamo in cammino verso di essa. Per questo al  Salmo responsoriale cantiamo “Andiamo con gioia incontro al Signore”. Il calendario liturgico è impostato su tre cicli (A - B - C). Con questa prima domenica di Avvento la liturgia inizia il nuovo anno con il ciclo A. Nel periodo di Avvento il colore  liturgico è il viola. Questo ciclo A avrà sempre una lettura presa dal Vangelo di  Matteo. Matteo, detto Levi, era figlio di Alfeo ed esercitava l’ufficio di gabelliere o esattore d’imposte nella città di Cafarnao.

Image
San Matteo Evangelista

Chiamato da Gesù a seguirlo, mentre sedeva al tavolo del suo lavoro, abbandonò subito il suo ufficio e seguì il Maestro.

Altro di sicuramente storico non sappiamo di lui. La tradizione vuole che dopo l’Ascensione del Signore egli abbia predicato il vangelo agli Ebrei di Palestina conducendo una vita assai austera.

Qualche scrittore ecclesiastico afferma che sia poi passato in Etiopia, in Persia e fra i Parti. Noi seguiremo il vangelo raccontato da Matteo per l’intero anno liturgico.

Image
San Matteo Evangelista detto Levi

Nella storia della umanità c’è stato sempre nel cuore dell’uomo il grande anelito e sogno, spesso irrealizzabile, che potesse arrivare un giorno un salvatore. Il popolo ebreo aveva identificato questo atteso e sospirato salvatore nella figura del Messia.

Tardava a venire nel corso dei secoli, ma la speranza, l’attesa era sempre considerata unica àncora di salvezza.

Settecentocinquanta anni prima di Cristo, i profeti annunciavano alla loro gente, senza specificare il tempo, la venuta di un discendente di David, che avrebbe portato la gioia e la speranza alla intera umanità.

E la Liturgia ci invita a percorrere questo cammino che ci porterà a rafforzare la nostra fede in Cristo, fatto uomo, nostra salvezza.

Image

Forse  ti domandi: ma cosa devo fare,
in particolare, per prepararmi al Natale?


Io direi che per prima cosa dovremmo mettere un po’ di ordine a tutto quello che è dentro il nostro cuore. Io lo paragone spesso ad un magazzino, un ripostiglio dove si ammassano i più disparati oggetti.

Il mio Avvento vorrebbe essere riordinare i sentimenti, a volte i possibili risentimenti, i continui mutevoli stati d’animo di fiducia e sfiducia, di speranza e scoraggiamento, di insoddisfazione nel mio ostinato atteggiamento nell’essere sempre dalla parte della ragione, della mia insofferenza verso chi è a capo nel mio lavoro, del non accettare l’umiliazione nel non venirmi riconosciuti i miei presunti meriti, del disagio che provo addirittura anche nei rapporti con i miei familiari, della mia mancanza completa di serenità e di un po’ di pace.

Image

Signore mio, ci riuscirò a mettere
un po’ di ordine dentro di me?


Image

Vorrei riuscire almeno a lasciare un piccolo spazio pulito, sgombro, per farti nascere per Natale nel mio cuore.

Image

Questo lo devo fare cominciando subito, perché poi, quando arrivano le feste, anche io verrò irrimediabilmente attratto dal folclore, dai regali, dalla ricorrenza, che prevalentemente sarà di cose esteriori, dal consumismo.

Image

Se riuscissi, per Natale ad essere felice, non per le cose che passano; e terminato il periodo natalizio saper trasmettere un sorriso, espressione di un cuore in pace con Te!


Image
Vieni Signore Gesù

Don Lucio Luzzi
Image
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Image

Vie dello Spirito is Don Lucio Luzzi
Image
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Vie dello Spirito
Portale Cattolico Italiano
presenta

Video correlato
"Maranathà"

Introduzione al canto a cura di Don Lucio Luzzi
Elaborazione musicale a cura di Mons. Marco Frisina

AS VIAS DO ESPIRITO

SEGUNDO DOMINGO DO TEMPO COMUM

Image

SEGUNDO DOMINGO DO TEMPO COMUM
18 JANEIRO DE 2015
UMA REFLEXÃO


A liturgia desse segundo domingo do tempo comum propõe uma reflexão sobre a disponibilidade para acolher os desafios de Deus e para seguir Jesus. A primeira leitura nos apresenta o chamamento de Samuel. O autor dessa reflexão deixa claro que o chamamento é sempre uma iniciativa de Deus o qual vem ao encontro do homem e o chama pelo nome.  Ao homem é pedido que se coloque num atitude de total disponibilidade para escutar a voz e os desafios de Deus.
.................

THE WAYS OF THE SPIRIT

Hebrew and Christian Easter

Image

Hebrew and Christian Easter
Exploration of the Hebrew origins


The Hebrew Easter. The meaning of the ward "Easter" comes from the Hebrew "Paseh" meaning "Passover" it was the annual Feast that the Hebrews remembered the prodigious Passover of the Red Sea, after 530 years of slavery in the land of Egipt freed by Moses. Moses lead the people through the desert towards the land of Palestine, the promised  land with a journey that lasted 40 years with many difficulties.

 

WEGE DES GEISTES

Il prete: guida della comunità

Image

IL PRETE 
Guida della comunità
adeguata al tempo

A questo punto, siamo veramente davanti a constatazioni che non potranno non sorprenderci. Il riferimento è al prete che "vede" il proprio compito nella consapevolezza che nella comunità cristiana ci si sostiene a vicenda, senza subordinazione degli uni e una superiorità degli altri" ("Il Regno" XLVI, 4. pp 488). II passo biblico al quale si rifa è 2Cor 1,24: "Noi non intendiamo far da padroni sulla nostra fede; siamo invece i collaboratori della vostra gioia, perché nella fede voi siete già saldi". Preti di questa categoria non cercano di “nascondere" una preferenza per la struttura carismatica della Chiesa.

Preghiere

Taccuino riservato

Image

Taccuino riservato
NOTES 2

Stiamo diventando una generazione di televisivo dipendenti: i piccoli con i cartoni animati, i giovani con le interminabili coppe e tornei di ritorno, noi grandi con i fatti e misfatti della politica e della cronaca nera.
I signori della televisione ci stanno manipolando idee, impressioni, perfino scelte di cravatte e di piatti...