Image

XIX^ domenica del
Tempo Ordinario

Anno A

Gesù ai discepoli:
"Coraggio, sono io,
non abbiate paura"


PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Liturgia riprende il lungo cammino del tempo ordinario, che si protrarrà fino al 24 novembre. Il colore liturgico che contraddistingue questo periodo, sarà sempre il verde. In questa diciannovesima domenica ancora una volta si ripresenta la logica umana degli apostoli che arrivano a conclusioni disperate e l'atteggiamento di Gesù, apparentemente disinteressato, indifferente. Senti quanto è bella questa pagina evangelica. Gesù stanco si era lasciato sorprendere dal sonno, sopra la barca, mentre i discepoli remavano per toccare la riva presso Cerasa: quand'ecco il cielo e l'acqua annerire, scatenarsi il vento, tuoni e lampi, violenza del turbine... Negli occhi degli apostoli, esperti uomini di mare, la disperazione! E Gesù dormiva: "Signore - gridarono í díscepoli scuotendo dal sonno íl Maestro - salvaci, che anneghiamo!". "Uomini di poca fede - rispose - sapete bene chi sono e perché avete paura?" disse loro Gesù.
 
Image

Si alzò in piedi, sublime in mezzo alla bufera, e gridò al vento "Taci!", e il vento tacque subito. Poi gridò all'acqua "Acquietati!" e l'acqua si acquietò.

Quanto è assurdo il comportamento dell'uomo di oggi (che siamo noi)!

Continua, ostinatamente, a pensare che può fare a meno di Dio, attratto dalla chimera irraggiungibile della felicità umana , del piacere, del godimento della vita;  II suo idolo diventa il mondo con le sue ingannevoli attrattive.

Gesù per tutti ha pregato, per gli amici e per i nemici, per i suoi crocefissori; solo per uno ha negato la sua preghiera: per il mondo (Giov.17,9).

Povero uomo moderno; perché ti ostini ad avere fiducia in chi aggraverà e moltiplicherà i tuoi problemi?

Image
Signore, salvaci dalle
turbolenze della vita


Nei rarissimi momenti della nostra vita in cui non ci sono dolori, la nostra anima subito si attacca ai beni del mondo, come se fosse stata creata solo per essi.

L' anima non prega più e quasi si persuade di non avere più bisogno di Dio.
 
Ma poi, l'esperienza di ognuno di noi ce lo insegna, arriva la tempesta con onde che ci travolgono; affari imbrogliati, ristrettezze economiche, calunnie, disonore, odio, malattia, morte...

Non invidiare quelli che, in apparenza, stanno meglio di te; non imprecare alla giustizia di Dio!

Ricordati che la tua zattera di salvezza dal naufragio, deve essere composta di pazienza.


Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Video correlato
"Nulla ti turbi"

Image

Vie dello Spirito
Portale Cattolico Italiano
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Image

Tutti i diritti riservati - All rights reserved

Image

AS VIAS DO ESPIRITO

A ALEGRIA DO PERDÃO

Image


Evangelho -  Uma reflexão

A ALEGRIA DO PERDÃO

O  perdão que Deus nos dá é todo feito de amor e alegria, não é uma sentença de absolvição de um  tribunal, dada muitas vezes com frieza e má vontade, é o coração do Pai que se alegra pela nossa volta, como exemplifica Jesus  em três parabolas que S.Lucas, o Evangelista da misericordia, acolhe no seu evangelho.
A primeira parábola é a do pastor que re-encontra sua ovelha perdida. Um pastor tinha cem ovelhas, uma dela se afasta do rebanho e se extravia. O pastor vai procura-la com todo o carinho, deixando as noventa e nove que estão no aprisco, percorrendo montes e vales, até encontrar a que se tinha perdido. Quando a encontra faz grande festa com os amigos: " assim disse Jesus: haverá mais alegria no céu por um só pecador que faça penitência do que por noventa e nove justos que não precisão de penitência." ( Lc 15.7)
A segunda parábola é da mulher que tinha dez moedas de prata e perdeu uma. Revira toda a casa até encontra-la. Então chama as amigas para se alegrarem com ela. Uma alegria incontida. Assim, concluiu de novo Jesus: " ... eu vos digo que haverá alegria entre os anjos do céu por um só pecador arrependido que faça penitência. (ibid v.10
)
/>

THE WAYS OF THE SPIRIT

Hebrew and Christian Easter

Image

Hebrew and Christian Easter
Exploration of the Hebrew origins


The Hebrew Easter. The meaning of the ward "Easter" comes from the Hebrew "Paseh" meaning "Passover" it was the annual Feast that the Hebrews remembered the prodigious Passover of the Red Sea, after 530 years of slavery in the land of Egipt freed by Moses. Moses lead the people through the desert towards the land of Palestine, the promised  land with a journey that lasted 40 years with many difficulties.