Image+

“BEATO IL SENO DA CUI HAI PRESO IL LATTE”

( Lc 11,27 )

 

L'immagine di cui si serve la donna, incapace di tenere solo per sé le emozioni che stava provando, tende a corporeizzarsi, ?no a raggiungere la tenerezza allo stato puro, tipico dei momenti estatici.

 

Del discorso di Gesù, come si è detto, non c”è da giurare che avesse compreso i contenuti più profondi; dei miracoli poteva aver ammirato la straordinarietà; ma del fascino arcano che si sprigionava dalla sua persona nessuno, in quella occasione, era rimasto dolcemente ferito più di lei.


Image

Ha notato, mediante intuizione femminile cui si è fatto cenno, quella sovrana padronanza di sé, in un momento in cui anche una pietra avrebbe urlato contro quell’infame accostamento della sua persona a satana; quel rispetto e quel garbo verso la sua gente (anche gli avversari), quella limpidezza dello sguardo dopo un insulto così atroce. E ne ha dedotto, in meno di un lampo, il rapporto intimo che

 

passava attraversava tanto sfavillare di doti personali, fino a giungere al latte materno, e quindi al clima tranquillo che si era trovato attorno, a cominciare dalla sua età più tenera..

 

Comprensibile che non sia riuscita a trattenersi dall’ esclamare ad alta voce: “Beato il seno da cui hai preso il latte”.


Un sottile senso d’invidia innocente sembra trasparire da una esternazione così colma di tenerezza: Fosse toccata a lei, povera donna, una fortuna del generel... Tuttavia si congratulava generosamente con colei che ne era stata giudicata degna da Dio, al quale apparteneva sicuramente quel rabbi così straordinario.

 

Tutto considerato, le era toccato almeno l”onore di ammirare un personaggio di cui avevano parlato gli antichi profeti.

 

A chiusura di quanto abbiamo rilevato a proposito della esclamazione dell’anonima donna lucana, dobbiamo ammettere che raramente si è riusciti a dire di Maria cose così delicate, in termini femminili che, fino a qualche decennio fa, non era consigliabile far entrare in un discorso, o in una trattazione dedicata a lei.


Quadri con la Vergine in stato interessante potevano tollerarsi, ma con pudore ben dichiarato, semmai quando si trattava di ritrarla nell’abbraccio con l’anziana parente di Ain Karin.

 

Quelli a seno semi scoperto, mentre allatta il bambino Gesù, hanno passato seri rischi, durante la controriforma, uscendone illesi solo alcuni, conservati in famosi santuari mariani, e qualche altro, in dotazione di famiglie dell’ antico patriziato romano dei secoli XVII e XVIII.

 

Una ipersensibilità cripto manichea ha impedito di valutare quanto meritava questo elogio della donna estasiata, che ?ssando la figura radiosa di Gesù, era riuscita a dipingere con due tocchi magistrali, o più veramente materni, quella della sua madre fortunata, nelle due funzioni speci?che.

 

Se è esatta l”opinione già proposta, Maria poteva benissimo non essere presente, quel giorno, ad ascoltare complimenti cosi spontanei.


Se lo fosse stata, non avrebbe, di certo, stentato molto a sottrarsi da qualsiasi principio di vanità, avendo ancora impresso nel cuore la frase del suo cantico: “Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente”. Appunto, non lei, “umile ancella del Signore”(Lc 1,38).

 

In un certo senso, si era già abituata ad encomi del genere: anzitutto da parte dell’angelo, in seguito anche dal saluto della parente Elisabetta che l’aveva dichiarata addirittura “madre del mio Signore”.

 

Maria sapeva perfettamente riferire tutto di se a Dio, conservandosi sempre nella più profonda umiltà.

Padre Bernardino Bordo- passionista

 



 

 


AS VIAS DO ESPIRITO

" Oração ao Sagrado Coração de Jesus "

Image
"   Oração ao Sagrado Coração de Jesus  "

 

Ó coração doce de Jesus, o mais santo, o mais tenro, o mais amável e bondoso de todos os corações !

 

Ó coração vitima do amor, eterno gozo do Empirio, conforto do misero mortal e esperança ultima dos degradados filhos de Eva: ouví benigno as nossas suplicas e cheguem à Vós os nossos gemídos e clamores.


 




 

Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

The Confession

Image

How to
confess well

Under the title of “How to confess well” the Cardinal Angelo Comastri has placed a path for the examination of conscience, that takes into consideration the life in the modern world. Let’s run to the source of Misericordy! The Holy Father has pointed out three spiritual goals to be reached for an authentic and genuine Christian life. Let’s see them! 1. The sacramental confession, as a sign of conversion; 2. The fidelity to the Sunday, Day of the Lord and of the Man; 3. The solidarity towards our brothers, especially with deeds of charity towards those in need.



 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

3º Domingo de Cuaresma.

Image

3º Domingo de Cuaresma.
Evangelio: Juan 2,13-25
 “No convirtáis en un mercado la casa de mi Padre” (Jn 2,16) 
Hoy es un buen momento para mirar nuestra interioridad. Jesús quiere provocar un dinamismo de conversión en sus seguidores.
La alegría del Evangelio llega, primero, al interior de cada uno. Tu intimidad con Jesús te lleva al cambio, a la renovación. No tengas miedo de revisar tu forma de vivir la fe. Tu vida es la casa abierta del Padre, donde los pobres y enfermos son acogidos. 
Jesús, tú que sondeas y conoces nuestros corazón, dinos si nuestro camino se desvía y guíanos por el camino recto. Acompáñanos!!!
Ahora te miramos, Jesús crucificado; tu entrega es fuerza y sabiduría de Dios para este mundo. Miramos tu corazón atravesado, fuente que llena de vida nuestro cántaro. Tú deshaces nuestro templo viejo y lo rehaces, como una eucaristía, para adorar al Padre, acoger a los que sufren, y partir el pan con los más pobres.




WEGE DES GEISTES

DIO PERDONA TUTTO E SEMPRE

Image
DIO PERDONA TUTTO E  SEMPRE



Il Giubileo della Misericordia proclamato dal  Papa Francesco  ha come tema " Misericordiosi come il Padre "  ricordando la parabola del Vangelo di Luca (15.11.32) e come obiettivo fare misericordia a esempio del buon samaritano " ... vai e anche tu fai lo stesso "(Luca 10. 25.37)  La parola misericordia significa intervenire a favore di qualche uno che abbia necessitá, aiutare non solo parenti e amici ma tutti quanti ne hanno di bisogno. 

Preghiere

La preghiera del prete

Image

La preghiera
del prete


Dio mio e Signore mio, sono un tuo prete, abbondo di amore per te. I tuoi figli, miei fratelli si aspettano da me i tuoi doni infiniti:  fa di questo tuo prete chiarezza per i loro dubbi, pace se scendono nei tormenti dell'esistenza e gioia nella volontà di vivere i tuoi insegnamenti, le tue parole; fa di me la tua presenza nel loro cuore, nella loro mente come tu sei sempre in me e riempi delle tue certezze i giorni di chi mi interroga, avrò così la tua pace mentre sarò cercato nel tuo nome.