Image

CORPUS DOMINI

La festa del Corpus Domini ha le sue origini  dal miracolo di Bolsena (cittadina sul lago omonimo in provincia di Viterbo).
Un sacerdote boemo, di passaggio, nel 1263, andò a celebrare la Messa nella chiesa di S. Cristina, tormentato, come sempre, dai dubbi intorno alla reale presenza del Corpo del Signore, nell’ostia consacrata.
Al momento della frazione dell’ostia, sotto il suo sguardo esterrefatto, caddero dal calice gocce di sangue sul corporale e sul pavimento.

Image

Fu subito informato il Papa, Urbano IV, che risiedeva ad Orvieto, il quale fece esaminare il prodigio da illustri teologi, quali Tommaso d’Aquino e  Bonaventura da Bagnoregio.
Accertato il miracolo, il Papa istituì la festa del Corpus Domini, da celebrarsi ogni anno in tutto il mondo cristiano.
E’ una festa, quella del Corpus Domini, che rafforza la fede del credente e le da la certezza assoluta che non è solo e abbandonato nei marasmi  della quotidianità, ma nella presenza della eucaristia c’è Lui, il vero amico che ti  stà sempre a fianco. Fu a  Cafarnao, con parole nit
ide e ferme, che Gesù promise che avrebbe istituito l’Eucarestia: ”... Io sono il pane vivo disceso dal cielo... la mia carne è vero cibo, ed il mio sangue vera bevanda;chiunque mangia la mia carne e beve il mio sangue, dimora in me ed Io in lui; e vivrà in eterno...”.
La gente che seguiva il Cristo, attratta dal panino che Gesù moltiplicò per sfamarli, non comprese questa promessa e se ne andò, delusa.
Ma Lui quello che aveva promesso mantenne fedelmente, in quella sera in cui  sarebbe stato tradito!
Nella nostra vita, quando i nostri progetti vengono ostacolati  e non si realizzano, con tanta delusione abbandoniamo tutto.
Sapeva benissimo il Signore che anche noi tante volte non lo avremmo seguito, forse anche tradito, rimanendo nella nostra sfiducia su tutti e su tutto..
Ci ha dato l’ennesima prova del Suo smisurato amore  per ciascuno di noi, restandoci vicino, anche quando abbiamo, illusoriamente, creduto di poter fare a meno di Lui, per venirci subito in soccorso, alla nostra timida richiesta di aiuto.
La nostra gratitudine esprimiamola insieme, con la sequenza della liturg
ia:

Ecco il pane degli angeli - pane dei pellegrini,
vero pane dei figli - non deve essere gettato
Con i simboli è annunziato in Isacco dato a morte.
Nell’agnello della Pasqua, nella manna data ai padri.
Buon pastore, vero pane, o Gesù pietà di noi,
nutrici e difendici, portaci ai beni eterni,
nella terra dei viventi.
Tu che tutto sai e puoi   che ci nutri sulla terra
conduci i tuoi fratelli alla tavola del cielo
nella gioia dei santi.

VIDEO CORRELATO

TI ADORO OSTIA DIVINA

Image


Don Lucio Luzzi


 

AS VIAS DO ESPIRITO

COMO OCULTAR A GRAÇA SOB A GUARDA DA HUMILDADE

Image

Imitação....3.7
 
COMO OCULTAR A GRAÇA SOB
 A GUARDA DA HUMILDADE

 
Filho, muito proveitoso e seguro para ti é o ocultares a graça da devoção, sem te desvaneceres com ela, não falares muito da mesma, nem exagerares o seu valor: antes, despreza a ti mesmo e teme que não sejas digno da graça recebida. Importa que não te apegues demasiadamente à essas emoções, que em muito depressa podem se transformar em outras contrárias. Estando em graça, pensa no abandono e na miséria em que costumas cair, quando ela falta.

THE WAYS OF THE SPIRIT

Imitaçaõ,.....3,42 COMO NÃO SE DEVE FUNDAR A PAZ NOS HOMENS


Imitaçaõ,.....3,42

 
COMO NÃO SE DEVE FUNDAR A PAZ NOS HOMENS

 
 
Filho, se fazes consistir a paz e alguma pessoa, por ser de teu parecer e conviver contigo, achar-te-ás perpléxo e embaraçado.
Se, porém, recorres à verdade sempre viva e permanente, não te contristarás a ausência ou a morte de um amigo.
Em mim se deve fundar o amor: por mim se deve amar todo aquele que, nesta vida, te parecer bom e amável.
Sem mim não vale e nem durará a amizade: nem é verdadeiro e puro o afeto de que eu não sou o vínculo.


LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

María de la libertad

Image
María de la libertad

 
Las voces de la gente llegan hondo
Cuando a uno le enseñaron a escuchar,
Mi pueblo dice que falta alegría,
Porque falta justicia y falta pan.
Mi pueblo está clamando al Dios del cielo,
Con lo queda de su dignidad.

 

WEGE DES GEISTES

I “ SOTTERRANEI “ DEL COLOSSEO

Image

 I     “ SOTTERRANEI  “ DEL  COLOSSEO
                                      
                       A cura di Prof.ssa Maria Luisa de Gasperis


Quando salì al potere l’Imperatore Vespasiano, sentì che era necessario per dimostrare la sua autorità  e la sua grandezza,  edificare una struttura che potesse essere ricordata per centinaia di anni perciò fece iniziare la costruzione dell’Antiteatro Flavio.
 Perché ciò potesse iniziare fu necessario prosciugare il laghetto della “ Domus Aurea “  di Nerone e successivamente iniziare a costruire le fondamenta che furono fatte in calcestruzzo romano.   La platea della fondazione ebbe la forma di una ellisse a corona ma soprattutto fu dotata di uno spessore di circa tredici metri ma la cosa  più straordinaria fu quella che all’interno di questa enorme realizzazione, gli ingegneri romani, fecero passare una infinità di canali che consentivano il deflusso delle acque piovane e di acque di falda.


Preghiere

Preghiera per i casi impossibili e disperati O cara Santa Rita,

Image

Preghiera per i casi impossibili e disperati
 O cara Santa Rita,
nostra Patrona anche nei casi impossibili e Avvocata nei casi disperati,
fate che Dio mi liberi dalla mia presente afflizione.......,
e allontani l'ansietà, che preme così forte sopra il mio cuore.

Per l'angoscia, che voi sperimentaste in tante simili occasioni,
abbiate compassione della mia persona a voi devota,
che confidentemente domanda il vostro intervento
presso il Divin Cuore del nostro Gesù Crocifisso.