Image
 
 
XII^ domenica del
Tempo Ordinario
 
Anno C
 
Il Figlio dell'Uomo
deve soffrire molto
 
PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
 
In questo giorno del Signore siamo chiamati a rinnovare, come Pietro e gli apostoli, il nostro atto di fede in Cristo Gesù, riconoscendolo come Signore della storia e della nostra vita. Le giornate del Messia sono intensissime. Continue sono le esigenze della folla che lo segue. Ma Lui non si limita ad accontentarli ed in ogni occasione indica la via della salvezza e senza mezzi termini invita ognuno a portare la propria croce. E' dopo la sofferenza che arriverà la gioia, la felicità. L'operato di Gesù è variamente interpretato dalla gente.

 

 
 
Image
 
Giunto nella regione di Cesarea di Filippo, una sera Gesù disse agli apostoli: "La gente chi dice che sia il Figlio dell'uomo?".

Risposero gli apostoli: "Alcuni dicono che tu sei il Giovanni battista, altri ti paragonano ad Elia, Geremia o qualcuno dei profeti".

Gesù disse ancora: "E secondo voi io chi sono?".

Pietro, dal carattere impulsivo, ma spontaneo disse in aramaico: "Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente".

E Gesù: "Beato te, Simone, figlio di Giona, perché né la carne né il sangue te l'hanno rivelato... ".

Il Cristo sa che Pietro avrà le sue debolezze, lo rinnegherà tre volte… (dirà Matteo "Allora Pietro cominciò a imprecare e a spergiurare Io non conosco quell' uomo") eppure mantiene le sue promesse e lo fa capo della Chiesa, il primo Papa.

Perché noi dovremmo avere dubbi e sfiducia?
 
Anche con ciascuno di noi il Cristo usa la stessa bontà a misericordia infinite.

Anche il Re Davide, dopo una vita tormentata e contrassegnata dalle sue debolezze, nel deserto di Giuda si rivolge al suo Dio, unica fonte di sicurezza e di pace!
 
Proviamo io e te insieme ad unirci alla sua preghiera:

O Dio ti sei il mio Dio
dall’aurora io ti cerco
ha sete di Te l’anima mia
desidera Te la mia carne in terra arida, assetata, senz’acqua.

Così nel santuario ti ho contemplato
guardando la tua potenza e la tua gloria.
 
Poiché il tuo amore vale più della vita
le mie labbra canteranno la tua lode.

Così ti benedirò per tutta la vita
nel tuo nome alzerò le mie mani.

Come saziato dai cibi migliori,
con labbra gioiose ti loderà la mia bocca.
 
Quando penso a te che sei stato il mio aiuto,
esulto di gioia all’ombra delle tue ali.

A te si stringe l’anima mia:
la tua destra mi sostiene.

Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 
Video correlato
"Eccomi"
 
Image
 
Vie dello Spirito
Portale Cattolico Italiano
 
Tutti i diritti riservati - All rights reserved

AS VIAS DO ESPIRITO

CORPUS DOMINI ( 02 Junho ) Um pensamento

Image

CORPUS DOMINI   ( 02 Junho )
  Um pensamento
 
" Recorremos à S.Eucaristia com douçura e temor "
( Santo Padre Pio )

 
O nome vem do latim e significa CORPO DO SENHOR
A festa de Corpus Domini tem por objeto celebrar solenemente o mistério da Eucaristia , o sacramento do corpo e sangue de Jesus Cristo.
Acontece numa quinta feira em alusão à Quinta Feira Santa quando se deu a instituição desse sacramento. Durante a ultima ceia de Jesus com seus apostolos, Ele mandou que celebrassem sua lembrança comendo o pão e bebendo o vinho que se transformaria em seu Corpo e Sangue.


Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

Song of Love

Image

Mary of Nazareth

You were there in silence,
Maybe in prayer;
With thoughts facing the future
And with the spring of life in the heart.
Poor house, rough walls, too narrow to accommodate
the expectations of better.
And Gabriel, the angel of light, said to You:
"Rejoice, your God wrapped you with love
and asks to turn your womb to the sky".

 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

MARIA DE LA ESPERA

Image

MARIA DE LA ESPERA
La auténtica tristeza se apodera de nosotros no cuando llegamos a casa por la noche y nos topamos con que nadie nos espera, sino cuando nosotros ya no esperamos nada. Sufrimos la más oscura soledad no cuando el fuego del corazón se extingue, sino cuando ya no queremos encenderlo, ni siquiera para la llegada de un posible huésped.
La verdadera tristeza sobreviene cuando creemos que la música ya no tocará para nosotros, y que nadie volverá a llamar a nuestra puerta. Pensamos que ya nunca saltaremos de gusto ante una buena noticia, y que ya nada nos volverá a sorprender jamás. Y así la vida transcurre directo hacia un epílogo que nunca llega, como una cinta que terminó y sigue desenrollándose sin producir
sonido, hasta que por fin se detiene.

WEGE DES GEISTES

EL LÁPIZ DE MARIA INMACULADA (P. Javier Leoz)

Image

EL LÁPIZ DE MARIA INMACULADA
 (P. Javier Leoz)
Estaba Jesús mirando cómo, María, escribía una carta. Movido por la curiosidad, le preguntó a su madre:-¿María; qué estás escribiendo? ¿Tal vez algo sobre los dos? ¿Pensamientos sobre Dios o sobre mí?  La Virgen dejó de escribir, sonrió, cogió en su regazo a Jesús y le contestó:-Estoy escribiendo sobre ti, sobre José, sobre Dios, sobre el mundo y hasta de mí misma. Sin embargo, más importante que las letras, es el lápiz que estoy utilizando. Me gustaría que, e l cristiano, fuese como él en distintos momentos de la vida.

Preghiere

La preghiera, mio Signore, è Tua,

Image

La preghiera, mio Signore, è Tua,

perché tua è la voce delle genti
quando si rinnovano nell’ultima vita,
a te donano l’ultimo fiato e gli occhi.
Nulla di quanto è scritto vale quanto detto
ricordato con amore e tramandato
nel sudore della terra dalle voci basse,
preghiera dell’alba, del vespro, della notte.