Image
 
"Ti seguirò Signore
nella via del dolore"
 
Emanuela, 31 anni
Il suo breve percorso di vita
 
Testimonianza
II 14 Maggio 1978 mi presentarono, davanti al fonte battesimale, una bambina di appena 50 giorni. lo, Don Lucio, chiesi ai genitori: "Che nome date a vostra figlia?". “Emanuela” mi dissero. Spiegai l'etimologia del nome "Emanuela" che significa “Dio con noi”. E non potevamo nemmeno ipotizzare che la piccola Emanuela un giorno si sarebbe consacrata a Dio nella via del dolore.
Emanuela: all'inizio della mia esistenza mi fu appeso al collo sul petto un viapass, per aprire il cancello d'ingresso, con scritto: battezzata, figlia di Dio. I primi anni li ho passati quasi sempre in braccio alla mia mamma, pensavo solamente a dormire e mangiare. All'età di sei anni ho trovato un grande cancello con la scritta "PERCORSO DELLA VITA". C'era un parcheggio immenso pieno di motorini, delle più svariate marche che io non conoscevo: amore - carità - fraternità - sacrificio - malattia - dolore ecc... Ho messo il mio viapass e mi è toccato in sorte il motorino marca "sofferenza".

Emanuela Dionisi
(14/03/1978 - 16/02/2010)
 
Notai con sorpresa che il motorino era a due posti e il vademecum diceva: "Riservato al tuo Angelo custode che viaggerà sempre con te".

Cominciammo insieme il viaggio... C'erano tante uscite: uscita N° 1 superbia - uscita N° 2 invidia - uscita N° 3 lussuria...; avrei voluto per curiosità fare qualche deviazione, ma l'angelo che viaggiava con me, 500 metri prima dell'uscita mi sussurrava nell'orecchio "Segui sempre la via maestra, non deviare".

Un giorno ho incontrato un ragazzo, Massimo, ai miei occhi bellissimo; mi sono innamorata e le ho proposto di proseguire il viaggio insieme; anzi le dissi "Ti prometto nella buona e nella cattiva sorte di stare sempre vicino a te".

Ero laureata, lavoravo in una farmacia a Firenze, ed ho iniziato il percorso del dolore: LEUCEMIA. Due anni di sofferenza, di dolore, di cecità.

Ho cercato in tutti i modi di rassicurare i miei cari, perchè io ero tranquilla e sentivo costantemente la Vergine Maria vicino a me.

Dagli ultimi scritti di Emanuela

"Nella mia sofferenza ho imparato a pregare Maria... anche se la mia preghiera è acerba e la fede a volte vacillante... Ringrazio Dio per avermi fatto il dono del suo incontro; per la forza che mi dà, per il sostegno costante che provo nel cuore; per le lodi che ogni giorno posso innalzare al cielo e per il fatto che sento che mi sta chiamando a dare testimonianza al prossimo nel tempo presente. Sono pronta a servirlo anche se non conosco il suo progetto per me. Per fortuna che ho Dio. In Cristo Gesù eternamente ora sua".
 
Emanuela al momento della sua laurea
 
Quando i medici telefonarono a Massimo che avevo poche ore di vita, venne subito ed io riuscii con uno sforzo supremo ad abbracciarlo e sussurrargli "Ti amo".

Venne subito anche Don Paolo a somministrarmi I' Estrema Unzione e quando invitò i miei cari presenti a recitare insieme il Padre nostro, il mio ultimo spontaneo sforzo supremo, fu di alzare le braccia verso il cielo e recitare insieme la mia ultima preghiera.

16 febbraio 2010

All'improvviso una luce abbagliante mi ha avvolta e si è aperta una porta dorata. Ho udito canti e sinfonie stupende; sono entrata e la porta d'oro si è subito richiusa.

CIAO EMANUELA!

PROVO ANCHE I0 A SEGUIRE IL TUO PERCORSO!
MI ASPETTI?

CI RIVEDREMO E STAREMO INSIEME.
 
 
Sempre con fraterna amicizia
Don Lucio

AS VIAS DO ESPIRITO

Como devemos evitar as palavras inúteis.

Image

Como devemos evitar
 as palavras inúteis.


 Evita, quanto possivel,o bulício do mundo: porque, por mais reta que seja a intenção, é sempre inconveniênte tratar de coisas mundanas.Bem depressa nos deixamos inclinar e vencer pela vaidade.Quisera eu, muitas vezes, ter calado e não me haver achado entre os homens.Por que razão, porém, tanto nos apraz falar e confabular se, raramente, voltamos ao silêncio sem dano para a consciência ?
 

THE WAYS OF THE SPIRIT

To Mary, a model of Faith

Image

To Mary, a model of Faith

Written by H.E. Cardinal
Angelo Comastri

Virgin Mary,
The lantern of Your faith has always been lighted;
You are the Advocate! Put oil in our poor lanterns
so that the light of our life enlightens “the Holy Face of Jesus”.



Virgin Mary, we are people of little faith;
A single sign of difficulty scares us;
A single doubt dampens our enthusiasm.



LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Sobre un alma humilde están entreabiertas

Image

Sobre un alma humilde están entreabiertas
 las compuertas celestiales

“Sobre un alma humilde están entreabiertas las compuertas celestiales y un mar de gracias fluye sobre ella. A tal alma Dios no niega nada; tal alma es omnipotente, ella influye en el destino del mundo entero; a tal alma Dios la eleva hasta su trono y cuanto ella más se humilla tanto más Dios se inclina hacia ella, la persigue con Sus gracias y la acompaña en cada momento con su omnipotencia”
Diario de Santa Faustina, 1306


 

WEGE DES GEISTES

Preghiera del Papa

Image 

PREGHIERA DEL PAPA

Signore, sono il Papa.

Mi presento a Te, non come mi vedono gli uomini: il Dio in terra; la più alta autorità morale; l'uomo ascoltato ed acclamato da milioni di persone; il sicuro; l'infallibile; il dolce Cristo in terra! Mi presento per quello che sono: un povero uomo che dal momento della sua elezione ha cessato di essere se stesso per divenire Istituzione, Simbolo, tutto per gli altri e niente per se. lo devo misurare le parole perché il mio uditorio è l'umanità; non posso piangere in pubblico per­ché devo predicare la speranza; abito in una casa dorata: la mia prigione a vita.

In più la storia ha confuso il servo con il Padrone; il segretario col Direttore; il timoniere col Capitano. Gesù non ha dato le dimissioni da Capo della Chiesa, ma molti lo credono! Credono che io sia Lui, così mi chiedono miracoli, mentre io posso dire solo: "Coraggio... abbiate fede... !".

Ed io devo andare con i piedi di piombo per non avallare questo errore! Pochi si rendono conto che io cammino al buio come Abramo e che quando parlo ai potenti, sono nudo come Mosè davanti al Faraone. Se il 13 maggio non mi aves­sero sparato, molti ancora mi crederebbero invulnerabile. Quanti mi credono una Rocca mentre io mi sento in bilico su di una barca che fa acqua da tutte le parti e che talvolta è appestata dagli odori malsani che salgono dagli stagni della Chiesa! So che nella Tua Chiesa ci sono montagne di fedeltà e prati immensi di fiori e di aria pura, ma da me arrivano solo gli echi della Tua presenza santificatrice  e talvolta sono anche... filtrati!

Un giorno Gesù rimproverò Pietro perché respingeva i piccoli per far posto ai grandi, ma ora, dimmi, Signore, come debbo fare io che ho milioni di piccoli da difendere e da accarezzare, impastoiato come sono dagli impegni di Stato, dal Cerimoniale e dalla Diplomazia ?

Signore, io sono il Papa, ma il mio autista sta meglio di me. Fa che la gente comprenda che io sono il Tuo autista, così potrò dedicarmi di più ai Tuoi piccoli ed a me stesso. Signore, se anche per Te io sono il Papa, allora... ascoltami !

Se invece, anche per Te, sono solo un povero uomo, allora Ti prego... non lasciarmi solo al timone della barca. Come Pietro potrei addormentarmi..., fug­gire            tradirti..., ed allora che ne sarebbe di quelli che stanno su di essa o che ad essa sono aggrappati ? Come Gesù nel Getzemani, quante volte, solitario, sudo sangue immerso nell'angoscia per la responsabilità delle decisioni che sono costretto a prendere! Quanta tristezza per l'incomprensione dei miei più vicini collaboratori! Quanta paura di coloro che spiano la mia prima caduta per giudicarmi! Signore, se è vero che Tu sei sempre vicino ai poveri, ai soli ed agli angosciati... allora ti prego... stammi vicino !

Chi è più povero di me ?

Amen !

Preghiere

VIENI, O SPIRITO CREATORE

Image

VIENI, O SPIRITO CREATORE

Vieni, o Spirito Creatore, visita le nostre menti,
riempi della tua grazia i cuori che hai creato.
O dolce consolatore,
dono del Padre altissimo,
acqua viva, fuoco, amore,
santo crisma dell'anima
dito della mano di Dio,
promesso dal Salvatore,
Image
irradia i tuoi sette doni,
suscita in noi la parola.
Sii luce all'intelletto,
fiamma ardente nel cuore;