Image

TI RENDO LODE, o PADRE......

(Luca 10-17.24)

Una riflessione


In quel tempo Gesú esultó di gioia nello Spirito Santo  e disse: "  Ti rendo lode, ó Padre, Signore del cielo e della terra perché hai nascosto queste cose ai sapienti e ai dotti e le hai rivelate ai piccoli........"  

L'evangelista Luca ci parla del fatto che da luogo alla riconoscenza di Gesú verso suo Padre per i benefici che ha conferito alla umanitá.  Ringrazia per la rivelazione elargita agli umili di cuore, ai piccoli del Regno.  Gesú esprime la sua allegria vedendo che questi accettano, capiscono e praticano quello che Dio fa conoscere per mezzo di Lui.

 Image
In altre occasioni, nel suo dialogo intimo con il Padre, Gli dimostrará la sua riconoscenza perché lo ascolta sempre. Elogia il Samaritano lebbroso  che, curato dal suo male, insieme agli altri nove, torna solo lui da Gesú per ringraziarlo del beneficio ricevuto.  Scrive Santo Agostino:" ... possiamo avere qualche cosa di meglio nel cuore, pronunciando con la bocca, scriverlo con la penna , che queste parole: Grazie Dio ? "   Non ci é nulla che possa dirsi com maggiore brevitá, neppure ascoltare com  maggiore allegria, e neppure sentirsi com maggiore e realizzare con maggiore unitá " 
Image
É cosí che dobbiamo attuare verso Dio e verso il nostro prossimo, riconoscenti pure per i doni ricevuti che ignoriamo, come scrisse José Maria Escrivã.  Gratitudine verso i genitori, gli amici, gli insegnanti e compagni  e com qualsiasi persone che noi incontriamo perché sempre ci danno alcun beneficio, anche se non lo percipiamo: dobbiamo essere veramente riconoscenti verso la nostra Madre Chiesa nelle sue necessitá spirituali e temporali.  La riconoscenza non é una virtú molto usata , o abitudine, invece é una di quelle che ci offrono il maggiore piacere.

Image
 Dobbiamo, tuttavia, riconoscere che, a volte, non é nemmeno facile viverla.  Santa Teresinha di Lisieux affermava:"  Sento una disponibilitá di riconoscenza tale che mi potrebbero subornare con una sardina"   I Santi hanno agito sempre cosí e lo hanno realizato in tre modi diversi come ci indica Santo Tommaso di Aquino: primo con la riconoscenza interiore dei benefici ricevuti, secondo, lodando esternamente Dio con le parole e terzo cercando di ricompensare  il benefattore per mezzo delle opere conforme le nostre possibilitá.........
Image

AS VIAS DO ESPIRITO

DÉCIMO QUARTO DOMINGO DO TEMPO COMUM

Image

DÉCIMO QUARTO DOMINGO DO TEMPO  COMUM
5 JULHO 2015
UMA REFLEXÃO


A liturgia desse Décimo Quarto Domingo do Tempo Comum revela que Deus chama continuamente pessoas para serem testemunhas do seu projeto de salvação. Não interessa se essas pessoas são frágeis ou limitadas, a força de Deus revela-se através da fraqueza e da fragilidade desses instrumentos humanos que Deus escolhe e envia.
A primeira leitura nos apresenta um extrato do relato da vocação de Ezequiel.  A vocação profetica é aí apresentada como iniciativa de Deus que chama um "filho de homem"  ( isto é um homem normal  com seus limites e fragilidades) para ser no meio de seu povo a voz de Deus.

THE WAYS OF THE SPIRIT

Hebrew and Christian Easter

Image

Hebrew and Christian Easter
Exploration of the Hebrew origins


The Hebrew Easter. The meaning of the ward "Easter" comes from the Hebrew "Paseh" meaning "Passover" it was the annual Feast that the Hebrews remembered the prodigious Passover of the Red Sea, after 530 years of slavery in the land of Egipt freed by Moses. Moses lead the people through the desert towards the land of Palestine, the promised  land with a journey that lasted 40 years with many difficulties.