Image


Gesù vedendo le folle
ebbe compassione

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ NUOVO VIDEO CORRELATO

Siamo nel ciclo A del tempo liturgico, alla XI^ Domenica del Tempo ordinario.
I brani di Vangelo proposti sono sempre presi dall’evangelista Matteo.


Quanto è bella e significativa la frase “Gesù vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore”.
La compassione, (intima, profonda, secondo il preciso significato della parola greca) è suscitata essenzialmente nel vedere tali turbe moralmente e quindi spiritualmente senza guida, come  pecore senza pastore.

Image
SACERDOS IN AETERNUM

Questi sentimenti di misericordia del Cuore di Gesù sono in piena antitesi con l’orgoglioso disprezzo che i Farisei avevano per le folle che chiamavano in senso spregevole “popolo della terra”.
“La messe è molta, pochi gli operai; pregate”.


Occorrono pastori che guidino il gregge del popolo di  Dio, verso la salvezza, ossia operai che raccolgano la messe nel granaio di Dio.
Gesù, dunque, non farà tutto lui; debbono essere anche  i suoi ambasciatori, i suoi inviati, che sono gli apostoli, i sacerdoti.
Dio vuole la collaborazione delle creature; Dio cioè salverà gli uomini per mezzo degli uomini.
La collaborazione che richiede è doppia: quella apostolica degli ottimi pastori e quella di coloro che innalzano a Dio la supplica per ottenerli.

E l’Evangelista Matteo elenca i nomi dei dodici apostoli scelti da Gesù:
“Simone chiamato Pietro e Andrea suo fratello; Giacomo, figlio di Zebedeo e Giovanni suo fratello; Filippo e Bartolomeo; Tommaso e Matteo il pubblicano; Giacomo, figlio di Alfeo, e Taddeo; Simone il cananeo e  Giuda l’Iscariota, colui che poi lo tradì”.


Perché li ha chiamati Apostoli?
Nella lingua greca classica significa “inviati”. Tale nome, assai raro, viene  riferito alle spedizioni navali; ma già nell’ambiente giudaico si chiamavano così gli inviati del Sinedrio di Gerusalemme alle lontane comunità.
Pietro ebbe moglie, Giovanni fu “vergine”; gli altri non si sa, ma tutti, alla chiamata di Cristo, lasciarono casa.


Ed iniziano la loro missione su preciso mandato del Signore: “Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demoni: gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date”.


Quanto siamo facili a criticare, condannare, a volte, l’operato dei ministri di Dio: i sacerdoti!
Fermarsi soltanto alle considerazioni negative, non è cristiano.
Abbiamo tutti l’obbligo di pregare per la santificazione dei sacerdoti.

Tu preghi, qualche volta, per il tuo parroco?
Prova a fare questa preghiera (Efrem siro  IV° sec.):


Signore, non voglio essere superficiale e credermi meglio di tutti.
Voglio smettere di fare chiacchiere inutili.
Concedimi,Signore, la chiarezza e la prudenza
La pazienza e la carità.
Fammi accorgere dei miei errori
Piuttosto che giudicare il sacerdote.
Tu solo, Signore, sei il benedetto
Ieri, oggi, e fino alla fine.

VIDEO CORRELATO

IL SACERDOTE LA TUA GUIDA

Image


Don Lucio Luzzi


AS VIAS DO ESPIRITO

20° Domingo do Tempo Comum

Image

20° Domingo do Tempo Comum
17 Agosto 2014
Uma reflexão


A liturgia desse vigésimo domingo do tempo comum reflete sobre a universalidade da salvação. Deus ama cada um de seus filhos e à todos convida para o banquete do Reino. ùNa primeira leitura Deus garante ao seu povo a chegada de uma nova era, na qual se vai revelar completamente a salvação.  No entanto, essa salvação não se destina apenas à Israel mas destina-se a todos os homens e mulheres que aceitam o  convite para integrar a comunidade do povo de Deus.


Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

THE BEST GIFT

Image

THE BEST GIFT
For you, elderly man/woman, ill man, at the sunset of your life.
I would like to be Santa Claus for you and be close to you, as we were friends forever.
If you think about your childhood, special memory will arouse to your mind!
You hoped with all your heart that Santa Claus would bring a gift to you as you could forget for a while the harsh days of your life, that you leaved with dignity.
May be today you are receiving cakes and gifts from humanitarian organisations and relatives; all things you are deprived of for your poor health conditions.





 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Ay de mí si no predicara el evangelio.

Image

Ay de mí si no predicara el evangelio.
Ay de mí si no predicara la gracia de Dios.
Ay de mí si no predicara la necesidad de conversión.
Ay de mí si escondiera al pecador las consecuencias del pecado.
Ay de mí si predicara la puerta ancha que lleva a la perdición y no la estrecha que lleva a la salvación.
Ay de mí si predicara una misericordia falsa que en vez de librar al hombre del pecado le deja esclavo del mismo.


WEGE DES GEISTES

Ti ho dato tutto

Image

Ti ho dato tutto

Entra nello spazio segreto del tuo cuore
e ascolta il palpito
 della vita che è in te:
è il primo dono di un amore che viene da lontano
 e che da sempre è per te.



Preghiere

Il Santo Chiodo

Image
ll Santo Chiodo
(di Alessio Varisco)
 

La reliquia del Santo Chiodo di Milano è accennata per la prima volta durante un’orazione funebre pronunziata il 25 febbraio 395 da Sant’Ambrogio, allora vescovo di Milano.

Il santo vescovo esplicita come grazie a Sant’Elena -madre dell’Imperatore Costantino- furono rinvenuti i Sacri Chiodi della Crocifissione di Cristo unitamente alla Croce

Sant’Ambrogio spiega inoltre come due di essi furono modellati in freno –fu forgiato un morso di cavallo- e in corona, per devozione e per supplicare l’aiuto divino oltre che come sacro contrassegno degli imperatori cristiani.