Image

Professione di fede
"... generato non creato..."

A questo punto della professione di fede richiesta dalla celebrazione eucaristica di sicuro la maggior parte degli astanti gira con la mente non si sa dove. "Generato - non creato - della stessa sostanza del Padre"... Di che stiamo parlando? Certamente di cose incomprensibili per la maggior parte dei fedeli. Difatti si tratta di espressioni assai lontane dal modo di esprimerci.

Image
Una raffigurazione della Santissima Trinità

Proviamo, ad esempio. a costruire la frase così:  Il Verbo eterno non è stato creato, ma generato della stessa sostanza del Padre. In effetti, l'affermazione "della stessa sostanza"… si riferisce, alla voce verbale generato. In questo modo non appare già più chiara?

Ora veniamo al "generato, non creato": perché generato sì, creato no?

Perché la creazione comporta un Creatore e una creatura. Se fosse così, il Verbo sarebbe creatura, cioè persona inferiore al Padre, perché, logicamente, il Creatore è superiore alla creatura. Al contrario, nella generazione, generante e generato sono perfettamente uguali. quanto alla natura. Difatti, anche in quella umana, il padre, o la madre sono assolutamente uguali al figlio, sul piano della natura: in età, esperienza ecc. sono superiori, ma come natura; cioè come uomini, sono del tutto uguali.

La fede cristiana c'insegna che il Verbo è del tutto uguale al Padre, perché dotato della stessa natura. Se Gesù dirà più volte, specialmente in Giovanni, che il Padre è più grande di Lui, è solo perché parla come uomo (mangia come uomo, vive e muore come uomo). Inoltre la teologia della Chiesa afferma che il Padre è il principio della vita trinitaria, quindi, diciamo (ma solo in questo senso) che è superiore, precede il Figlio: come la causa, su piano logico, precede l'effetto.

Riassumiamo questi concetti assai elevati in parole più comprensibili.
ll Simbolo niceno costantinopolitano afferma che il Figlio non è stato creato dal Padre, altrimenti sarebbe inferiore a Lui.

A questo scopo, si rifà all'analogia della generazione nella quale fra padre e figlio c'è perfetta uguaglianza. Fra l'Eterno Padre e l'Eterno Figlio è proprio così. Noi, pertanto, professiamo che il Verbo è stato "generato della stessa sostanza del Padre ", perché del tutto uguale a lui, quanto a natura divina.
 Non è stato creato appunto perché se fosse stato così, sarebbe stato una creatura, perciò inferire al suo creatore, cioè al Padre.

Anche queste dilucidazioni costano un po’ di fatica...

Diciamolo con due riferimenti plastici: la statua meravigliosa del Mosè di Michelangelo, per quanto sia il suo capolavoro, è inferiore a lui, perché di marmo, mentre lui era uomo; se avesse avuto un figlio (ma l'artista non era sposato) sarebbe stato uguale a lui sul piano della natura.

Ed ancora: un concerto brandeburghese di Bach è sempre un capolavoro ma inferiore al grande maestro che l'ha composto, mentre uno dei tanti suoi figli era uguale a lui, perché generato da lui e da sua moglie.

Continueremo ancora, prossimamente, all'analisi delle altre diciture del Credo.

Padre Bernardino Bordo, passionista

AS VIAS DO ESPIRITO

Imitação .....3.49 DO DESEJO DA VIDA ETERNA: GRANDES BENS SÃO PROMETIDOS AOS QUE COMBATEM

Image
Imitação .....3.49
 
DO DESEJO DA VIDA ETERNA: GRANDES BENS
 SÃO PROMETIDOS AOS QUE COMBATEM

 
 
Filho, quando sentires que o céu inspira o desejo da bem-aventurança e anelas sair do cárcere do teu corpo, para que, sem sombra de vicissitudes, possas contemplar a minha glória, dilata teu coração e recebe com todo o afeto esta santa inspiração.
Rende amplissimas ações de graças à soberana bondade que é tão liberal para contigo, que, com tanta clemência, te visita, com tão grande ardor te inflama e com tamanho poder te sustenga, para que, por teu próprio peso não resvales para as coisas terrenas.
Poquanto não te vem isso por teus pensamentos e esforços, mas tão somene por mercê da tão soberana graça e do beneplácito divino, para que cresças nas virtudes e na humildade e te prepares para as lutas futuras e procures unir-te a mim, com todo o afeto do coração e servir-me com o fervor da vontade.


THE WAYS OF THE SPIRIT

Hail Mary

Image

Hail Mary

Hail Mary full of grace
The Lord is with thee;
Blessed art thou among women
And blessed is the fruit
Of thy womb Jesus


 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

EL INCLINARSE DE DIOS EN NAVIDAD…

Image

EL INCLINARSE DE DIOS EN NAVIDAD…

“Dios se inclina”. Esta es una palabra profética. En la noche de Belén, esta palabra ha adquirido un sentido completamente nuevo. El inclinarse de Dios ha asumido un realismo inaudito y antes inimaginable. Él se inclina: viene abajo, precisamente Él, como un niño, incluso hasta la miseria del establo, símbolo de toda necesidad y estado de abandono de los hombres. Dios baja realmente. Cuánto desearíamos, nosotros los hombres, un signo diferente, imponente, irrefutable del poder de Dios y su grandeza. Pero su señal nos invita a la fe y al amor, y por eso nos da esperanza: Dios es así. Él tiene el poder y es la Bondad.
El hombre puede ser imagen de Dios, porque Jesús es Dios y Hombre, la verdadera imagen de Dios y el Hombre.
S.S. Benedicto XVI
Image

WEGE DES GEISTES

Le Rivelazioni

Image

Le Rivelazioni

Un tema avvincente, oggi, che se ne parla fra gente di chiesa, dalle specole dei mass media.

 

Diciamo subito che Rivelazione deriva da ri- velare, cioè togliere un velo, svelare, portare alla luce ciò che era nascosto. Si parte dalla constatazione che le nostre conoscenze sono limitatissime, anche sul versante delle realtà terrene. Figuriamoci su quelle ultraterrenel Dunque si tratta di vera rivelazione quando è Dio, in possesso di ogni verità, si degna di manifestarla a noi.

 

E, cosi dal concetto di una rivelazione fatta da Dio, a livello naturale, che si attua attraverso le meraviglie del creato, rivelatrici della sua grandezza, potenza, sapienza, arriviamo al concetto di Rivelazione soprannaturale, dove è Dio che confida agli uomini quanto non arriverebbero mai a capire con la loro mente e che è indispensabile per raggiungere lo scopo per il quale li ha creati.

Preghiere

Preghiera per i casi impossibili e disperati O cara Santa Rita,

Image

Preghiera per i casi impossibili e disperati
 O cara Santa Rita,
nostra Patrona anche nei casi impossibili e Avvocata nei casi disperati,
fate che Dio mi liberi dalla mia presente afflizione.......,
e allontani l'ansietà, che preme così forte sopra il mio cuore.

Per l'angoscia, che voi sperimentaste in tante simili occasioni,
abbiate compassione della mia persona a voi devota,
che confidentemente domanda il vostro intervento
presso il Divin Cuore del nostro Gesù Crocifisso.