Image

Non c'è vita interiore
senza lotta

Come la vita corporale, anche quella spirituale si sviluppa attraverso crisi e sofferenze. Si cessa di averne solo al momento della resa finale: alla morte. Non è difficile parlare di questi argomenti, finché le tempeste si delineano solo a distanza. Appena si avvicinano e si stagliano minacciose sul cielo dell'anima, fanno paura anche ai più coraggiosi.

Image

Stiamo inventariando, desolati, il numero delle prove subite? E’ un sistema sbagliato, controproducente e, in un certo senso, autolesionistico. Pericolosa solo una bonaccia interminabile: potrebbe significare che, davanti a Dio, meritiamo poca fiducia.

Il tentatore è assai più pericoloso quando assume atteggiamenti di mèntore compunto, che suggerisce scelte facili, che sospinge verso mete oneste solo in apparenza, dietro le quali si nascondono ambizione, egoismo, dissolutezza.

Le tentazioni più comuni, non le più pericolose, sono quelle contro la castità del proprio stato. Il peggio che si potrebbe fare, per superarle, sarebbe quello di preoccuparsene esageratamente, moltiplicare preghiere allarmate. Resterebbero più profondamente scolpite nei meandri della immaginazione e della sensibilità. Meglio un'invocazione serena, silenziosa a Gesù, a Maria e tirare avanti.

Le più insidiose e dolorose sono quelle contro la fede, perché ti attaccano mentre ti aggrappi alla roccia della Salvezza e, così, hai la sensazione di precipitare nel vuoto... In quei casi, non resta altro che chiudere mente, cuore, cultura, prospettive anche sublimi ed esclamare (senza arie melodrammatiche): Signore, anche se dovessi ingannarmi, meglio ingannarmi con te che con altri!...
Ma tu non m'inganni. Non hai alcun interesse a farlo. Anzi, al contrario, la tua gloria reclama la mia salvezza.

Anche in queste lotte è possibile riscontrare il susseguirsi delle stagioni della vita:
- Giovinezza, cioè prime esperienze di vita spirituale: lotte tendenti a suggerire il ritorno ad una vita comoda, senza scrupoli e senza seri impegni di spiritualità
- Prima maturità: tentazioni meno vivaci, ma più pertinaci, dominate da stanchezza nell'impegno e insoddisfazione degli scarsi risultati ottenuti.  Seconda maturità o anzianità: crisi di sconforto per il senso di solitudine interna che si va accentuando, timore di aver sbagliato strada, anzi di aver sbagliato tutto, dubbi persistenti sulla fede, causati anche dall'avvicinarsi del capolinea: la chiamata. "Chi avrà perseverato sino alla fine, sarà salvo!" Così Gesù in Mt 10, 22.

VIDEO CORRELATO

DIO DI TENEREZZA

Image


AS VIAS DO ESPIRITO

28° Domingo do Tempo Comum

Image
28° Domingo do Tempo Comum
12 Outubro 2014
Uma reflexão

A liturgia desse domingo do Tempo Comum utiliza a imagem de um banquete para descrever esse mundo de felicidade,de amor e alegria sem fim que Deus quer oferecer a todos os seus filhos amados.





CODICE NUOVO VIDEO PER PAGINA

THE WAYS OF THE SPIRIT

The Holy Shroud

Image

The Holy Shroud
From the studies of
Mons. Giulio Ricci,
Shroud researcher


The Shroud is a rectangular linen (m. 4,36 x 1,1), woven in a three-to-one herringbone twill composed of flax fibrils and is the most eloquent “corpus delicti” used by researchers to reconstruct the offensive event it shows: the death on the cross. The crucified man, before his death, has suffered under a particularly cruel flagellation, a crowning with thorns (first ever registered by researchers in a crucifixion), an upward gouge in the side caused by a spear penetrating into the thoracic cavity and at last shrouded, naked, in a linen without being previously washed and covered with resins. The integrity of the shroud testifies that the body it shrouded never knew the corruption; otherwise the shroud itself would have been damaged.
 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Y lo envolvió en pañales.

Image

Y lo envolvió en pañales.
“Ya está aquí dentro de mi corazón tu despreciado Jesús. ¡Se ha contentado con este pobre pesebre! Madre mía, ¡me da pena pensar que lo que va a encontrar duro y frío!....
¡Si tú quisieras obtener para mi corazón un colchoncito de caridad para con mis prójimos, aunque sean mis enemigos, no sólo de palabra, sino en el pensamiento y en la obra…, unos pañalitos de presencia afectuosa del Jesús tuyo y mío!.... Así, ¡blandito y abrigado!....
Y lo reclinó en un pesebre.


WEGE DES GEISTES

Sandro Botticelli

Image

Alessandro Filipepi
detto
Sandro Botticelli
- Pittore -
(1445 - 1510)

Nasce a Firenze da Mariano Filipepi. Fu allievo del Lippi e risentì nella sua formazione del Pollaiolo e del Verrocchio. La sua linea, tuttavia, pur rimanendo come elemento essenziale, perde dell'energia pollaiolesca per diventare sinuosa e melodica suggerendo spazio, volumi e moto, giustamente può essere considerato uno dei più lirici pittori del secolo ed evocatore dell'ideale umanistico. Botticelli lavorò a Prato accanto a Lippi ove ancora rifletteva i suoi modi sia nella "Madonna dei Cherubini" che nella "Madonna del Roseto" ambedue agli Uffizi assieme, "all'Adorazione dei Magi" (1473 ca) a Londra e Washington. È attivo a Firenze dove risente delle suggestioni pollaiolesche e verrocchiane palesi soprattutto nella Fortezza (1470) dipinta per il Tribunale della Mercanzia ora agli Uffizi.
<

Preghiere

Stella del nostro mar

Image

Stella del nostro mar
Stella del nostro mar chiara e secura,
che 'l sol del paradiso in terra ornasti
del mortal sacro manto, anzi adombrasti
col vel virgineo tuo sua luce pura;
chi guarda il gran miracol, più non cura
 del mondo vile, e i vani empi contrasti
sdegna dell'oste antico, poi ch'armasti
d'invitta alta virtù nostra natura.