Image


"Maestro, nella legge, qual'è
il piu grande comandamento...?"

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO

I Farisei sono di nuovo all’attacco.

 

Dopo gli smacchi subiti, ora cercano l’argomento più idoneo per compromettere fatalmente Gesù, facendolo cadere in una intricata casistica che gli avrebbe alienato chissà quanti suoi ascoltatori.

Il diverbio tra il Messia  ed i suoi avversari ormai è insanabile.


Le domande che gli vengono fatte sono maliziose e con l’unico scopo di prenderlo in fallo.


Però sono formulate con moderazione, con apparente ossequio e sembrano molto pertinenti.

Image
Gesù raffigurato nel Tempio

 E’ questa falsità che il Cristo non riesce a tollerare.
“Maestro, nella Legge, quale è il più grande comandamento?”

Gesù allora rispose loro:
“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”.
Questo è il più grande e primo comandamento.
Il secondo poi, è simile a quello:
“Amerai il tuo prossimo come te stesso.
Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti”.
 

Per sottrarre la sua risposta alla contestazione polemica, Gesù enuncia il precetto pronunziando la prima parte della preghiera detta “shemà “, che ogni israelite diceva due volte al giorno.
L’espressione del Cristo “Amerai il prossimo tuo come te stesso” era sconvolgente per la mentalità della gente di allora; ma forse lo è altrettanto ai nostri giorni.
La risposta di Gesù anche per ognuno di noi è sempre la stessa: “Ama Dio con tutto il cuore e con tutta la mente…e il prossimo tuo come te stesso...”.

Mi sembra, e forse mi illudo, che per il primo punto sono a posto.
Ma quando Gesù mi dice “... Devi sempre e in ogni evenienza, amare il tuo prossimo”, rimango perplesso, rimando, rimando, perché non ho il coraggio e non riesco a sbloccarmi.
Infatti è quasi assurdo che io possa dire: io amo tutto il mio prossimo!
Come faccio ad amare chi mi ha fatto del male, chi mi ha danneggiato nei miei interessi, chi mi ha offeso, calunniato…

Eppure, dice il Messia, il segreto della felicità sta proprio in questo: avere la forza di perdonare!
Maledire, odiare, avere risentimento, sono i motivi della tua insoddisfazione, del tuo nervosismo, del tuo animo sempre inquieto, della tua infelicità… e tutta la tua vita diventa condizionata dal tuo orgoglio ferito.
 

Signore aiutaci ad essere sempre uniti a Te, per portare frutti!
Questo sia il nostro desiderio: saper vivere da fratelli, per realizzare una comunione vera.

Ti auguro, di cuore, che tu non possa mai dire: ”La mia vita è un inferno...”;
anche se ti costerà tantissimo, prova a seguire i consigli del Cristo; ritornerà nel tuo cuore, un po’ di serenità.

VIDEO CORRELATO 

LE BEATITUDINI
 

 

Image


Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 



AS VIAS DO ESPIRITO

27 Outubro 2013 Evangelho - Um pensamento Fariseus e Publicanos

Image

Evangelho -
 Um pensamento
Fariseus  e Publicanos

Dott Alberto Rossini

Fariseus e publicanos são personagens que aparecem a cada momento nas paginas do Evangelho. Os fariseus armavam  verdadeiras ciladas para Jesus pois tinham enveja dele  e tinham medo que Ele assumisse hegemonia espiritual entre o povo: eram homens que observavam rigorosamente todos os preceitos da lei. Não podemos negar-lhe o merito de ter conservado a pureza do judaismo, não só em face do mundo pagão mas também diante dos costumes helenisticos que iam se introduzindo no povo.
Pagavam o dizimo corretamente e por isso olhavam aos outros com desprezo chamando-os "gente da terra". Pelo rigorismo religioso deles tornaram-se simbolos de hipocrisia. Jesus chama-os de "sepulcro caiado" que ostentam brancura por fora mas por dentro são ossos apodrecidos ( Mt 23.27: Lc 11.44)  Não que fossem todos assim pois havia fariseus sinceros e realmente virtuosos.

THE WAYS OF THE SPIRIT

IT'S CHRISTMAS !

Image

IT'S CHRISTMAS !
THE TRULY JOY OF THE HEART.


Five centuries before the coming of Christ, the King of Babylon ( today Bagdad) invaded Israel and deported ali the population to Mesopotamia. The voice of the Prophet lsaiah,walking among the people encouraging them: " Do not be afraid,for behold your God will come to save you ... And you Bethlehem are not the smallest of the villages of Israel, from you a Savior will be born.

Image

Finally, after a long waiting, the Salvation Game.
C

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Madre del Silencio y de la Humildad,

Image

Madre del Silencio y de la Humildad,
Tú vives perdida y encontrada
en el mar sin fondo del misterio del Señor.
Eres disponibilidad y receptividad.
Eres fecundidad y plenitud.
Eres atención y solicitud por los hermanos.
Estás vestida de fortaleza.


WEGE DES GEISTES

November Volksfrömmigkeit Er widmet all die Toten

Image

November
Volksfrömmigkeit
Er widmet all
die Toten


Katholiken glauben, sie kennen die  Bedeutung der Gebete und gute Werke für die Seelen der Toten.Aber ist gut, ihre Bedeutung zu erklären.

Zunächst lassen Sie uns ins Gedächtnis rufen, was auf die etymologische Bedeutung des Wortes "Wahlrecht" gesagt worden. Heute hat sie die unverwechselbare Bedeutung des Gebets für die Toten.

 In der Tat, das lateinische Wort "suffragium" bedeutet einfach "Hilfe". Welche Art von Hilfe Sie sprach im Zusammenhang mit unseren Toten?


Preghiere

Croce dei Giovani, noi ti abbracciamo.

Image

Croce dei Giovani, noi ti abbracciamo.
Quando i figli ci fanno soffrire,
quando ci preoccupano, quando non studiano,
quando non tornano a casa la notte.
Quando sembrano avere dimenticato
la strada della Chiesa.