Image


L'uomo non divida
ciò che Dio ha unito

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
 

Nei suoi tre anni di vita pubblica, Gesù non si è limitato, tramite i miracoli, a dimostrare la Sua divinità e a venire incontro alle esigenze temporali della sua gente.

Un giorno disse: “Sono venuto a perfezionare la legge". Compito arduo, inculcare un cambiamento di mentalità per gli ebrei ancorati da secoli alle 613 prescrizioni della legislazione mosaica.


Un problema simile, per noi contemporanei, dovrebbe partire dalla necessità di possibili compromessi, di smussare gli angoli da una parte e dall'altra, di cedere su qualcosa, per arrivare a soluzioni positive.

Nella sua vita, invece, il Cristo ha sempre rifiutato il pur minimo compromesso ed è stato sempre categorico, perché le sue leggi provengono da Dio, sono Parola di Dio, immutabile perché eterna.

Image

Nella liturgia di oggi viene presentato il brano di Marco (10.2-16) dove Gesù affronta decisamente, senza mezzi termini, l'annoso problema del divorzio.

<In quel tempo, avvicinatisi dei farisei, per metterlo alla prova, domandarono a Gesù: "E' lecito a un marito ripudiare la propria moglie?". Ma Egli rispose loro: "Che cosa vi ha ordinato Mosè?".

Dissero: "Mosè ha permesso di scrivere l'atto di ripudio e di rimandarla". Gesù allora disse loro: "Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma.

Ma all'inizio della creazione Dio li creò maschio e femmina; per questo l'uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne sola. Sicchè non sono più due, ma una sola carne.

L'uomo dunque non separi ciò che Dio ha congiunto".>

In Israele, al tempo di Gesù, era presente il divorzio e la poligamia.

Il divorzio apparteneva solo all'uomo, non alla donna. La poligamia, ossia matrimonio con più coniugi, non era molto frequente in Israele, "per motivi pecuniari" dice Joachim Jeremias.

L'espressione usata dal Messia, "Non sono più due, ma una sola carne" è tipicamente semitica, per indicare l'unione delle due persone, coinvolgente non solo la sfera dei pensieri e affetti, ma anche delle esigenze bio-spichiche.

Quanto è superficiale ed opportunista il nostro atteggiamento di fronte all'evento, purtroppo quasi quotidiano, del divorzio!

C'è bisogno di un grande equilibrio. Mai giudicare, mai condannare... Però la nostra conclusione errata è: "... Allora chi lo attua è libero di farlo senza essere giudicato nemmeno da Dio!".

Sui principi il Cristo non transige.

La legge divina non può essere modificata o aggiustata.

Non avremo mai diritto di condannare gli attori del divorzio, ma dobbiamo, anche se con amarezza, ribadire che la legge di Dio è immutabile e non è lecito alla creatura umana di ignorarla né dì contraddirla, magari con una auto giustificazione, che non ha senso davanti a Dio.

Prepariamoci per ogni evenienza negativa che ci si può prospettare, prima di agire, a pregare, pregare molto, chiedendo consiglio a Lui solo che può veramente tirarci fuori dalle nostre angosce.

Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

VIDEO CORRELATO

 "Amatevi fratelli".


Image

AS VIAS DO ESPIRITO

Imitação...3.15 ( Oração ) Para cumprir a vontade de Deus

Image

Imitação...3.15  ( Oração )  
Para cumprir a vontade de Deus

 
Concedei-me, benignissimo Jesus, a vossa graça, para que esteja comigo, trabalhe comigo e comigo persevere até o fim. Dai-me que sempre deseje e queira o que vos for mais aceito e agradável. A vossa vontade seja a minha, e a minha siga sempre a vossa e com ela, perfeitamente, se conforme.

Image
Tenha eu convosco um só querer e não querer: nem eu queira ou deixe de querer senão o que vós quereis e não quereis. Concedei-me que eu morra para tudo o que é do mundo e que deseje, por amor de vós, ser desprezado e desconhecido na terra. Dai-me que, acima de todas as coisas, em vós repousem todos os meus desejos e que meu coração descanse em vós. Sois a verdadeira paz do coração e o seu ùnico sossego:fora de vós é sofrimento e inquietação.

Tradução a cargo de Dott. Alberto Rossini (Brasil)




THE WAYS OF THE SPIRIT

The Holy Family of Nazareth

Image

The Holy Family
of Nazareth

The liturgical proposals are mainly imitative. The Holy Family is the classical model offered and apparently an ordinary family: a worker, a humble woman and a child. They lived in a poor house, dug in the stone of the hill, mixed with the many others - leaned one on another - that shaped the little village of Nazareth. The worker, whose name was Joseph, was a carpenter of the village. Those who saw him working night and day, or those who met him in the street, bent under the weight of a board, could never be able to guess that he had frequent conversations with Angels and that he was in charge of the biggest matter in the human history: the Saviour.
 
 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Ábrame Dios la mirada...

Image

Ábrame Dios la mirada...
¿Y si llega y no le reconocemos?
¿Pero cómo que va a venir?
¿Dónde le encontraremos?   
¿A qué atender...?
Mira que no queremos que pase de largo,
que andamos todos a la espera...
Y sin embargo, parece que nos se nos escapa...
que nos cuesta verle donde nos dijo que estaría...
donde seguro Él nos espera a nosotros...




Preghiere

A MARIA REGINA DEL SANTO ROSARIO

Image
A MARIA REGINA DEL SANTO ROSARIO

O VERGINE MARIA REGINA DEL SANTO ROSARIO, DISPENSATRICE DI GRAZIE DELLA VALLE DI POMPEI E DOLCE SOVRANA DEL MIO CUORE, ACCETTA BENEVOLEMENTE LA PREGHIERA CHE TI RIVOLGO AFFINCHE’ IL TUO CUORE SI DILATI NEL MIO CUORE E NEL CUORE DI TUTTI QUELLI CHE TI INVOCANO CON LA RECITA DEL SANTO ROSARIO.

Image