Image


"Signore salvami"
Pietro gridò a Gesù
 

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ CANTO DI MEDITAZIONE

Subito dopo il miracolo, strepitoso, per la folla, della moltiplicazione dei pani, dove tutti mangiarono a sazietà “Gesù costrinse gli Apostoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, finchè non avesse congedato la folla...”.


Gli Apostoli avevano un grande desiderio di riposarsi un poco e accolgono volentieri l’ordine del Maestro di attraversare il lago verso la riva di Batsaida.


Le circostanze non consentivano a Gesù di sottrarsi, come altre volte, all’entusiasmo della folla, ed Egli dovette prima congedarla, esercitando su di essa il suo umano e divino dominio.
Poi si ritirò in alto, da solo, a pregare.

Image
Una miniatura raffigurante Gesù e gli Apostoli sul lago 

La prolungata preghiera di Gesù, a conclusione di una così spossante giornata apostolica, costituisce per tutti i tempi un supremo ammonimento per quanti si prodigano nello zelo apostolico, ricordando la necessità di fecondare la loro faticosa azione, con l’attività, non meno faticosa, della preghiera.

Il Maestro, dall’altura dove si trovava a pregare, specialmente con la luna, poteva facilmente seguire con lo sguardo la barca degli apostoli, in mezzo al lago.
Non solo vi era “vento contrario” , ma la barca “era sbattuta dalle onde”.
La visione che Gesù aveva della fatica degli apostoli e del pericolo in cui si trovavano, non lo porta ad interrompere la sua preghiera che si protrae, complessivamente, per circa nove ore, esaltando il primato del colloquio con Dio e la pazienza con cui nella prova si deve attendere il momento dell’aiuto divino.

Ma non si disinteressa di loro; quando gli apostoli terrorizzati dalla bufera del lago e dalle onde impetuose, disperano di salvarsi, appare Gesù che, sbigottiti lo scambiano per un fantasma; il turbinio del vento e delle onde, la semioscurità, impediscono di riconoscere bene il Maestro, e si mettono ad urlare!
“Signore, se sei tu, comandami di venire verso di te sulle acque”.
Ed egli disse: “Vieni”. Pietro scese dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù: ma vedendo che il vento era forte, s’impaurì  e, cominciando ad affondare, gridò: "Signore salvami!".
E subito Gesù tese la mano, lo afferrò e gli disse: “Uomo di poca fede, perché hai dubitato?”.
 

Straordinario il potere taumaturgico del Messia e di grande insegnamento per noi.
La nostra fede, quando è messa a dura prova, è quasi sempre languida.
Prende sempre il sopravvento il nostro raziocinio, la nostra  logica e conclusioni sempre negative e pessimistiche.
Credere nel miracolo ci sembra utopia.
Se la nostra preghiera poggiasse nel completo abbandono in Dio, il miracolo diventerebbe una conseguente realtà.

Signore, dammi la forza di metterti alla prova; di chiedere con insistenza e con la certezza assoluta che Tu e soltanto Tu, risolverai tutti i miei problemi.

VIDEO CORRELATO

VIAGGIO NELLA VITA

Image


Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.



AS VIAS DO ESPIRITO

As causas clinicas

Image

... da morte de Jesus

Muitas vezes nos aproximámos ao evento histórico e ao mistério da morte de Jesus. Agora, queremos analiza-lo, por quanto seja possivel, sob o  ponto de vista clinico, segundo quanto disseram os mais notáveis médicos modernos. Antes de tudo deve ser considerado que um condenado à cruz podia morrer por várias causas, que não influiram sobre aquela de Jesus que foi rápida, por motivos da violência sofrida pela flagelação da qual foi vitima.

 
Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

Jesus Christ's features

Image

From a letter of
Publius Lentulus
to Tiberius (31 d.C.)


Letter  from  Publius Lentulus, governor of Judah, to  the Emperor about  Jesus Christ’s features.  Lentulus was a contemporary with Christ. This document is of great historical value and it is very truthful.

 


Image

LE ANGOSCIE DI MADRE TERESA DI CALCUTTA

Nelle sue lettere spirituali Madre Teresa di Calcutta parla della sua arida spiritualitá e della esperienza che Dio la avesse abbandonata e ancora del silenzio di Dio nella sua vita. Il fatto impaurí molti perché cominciarono a questionare: come puó una religiosa come Madre Teresa che si é intregata totalmente al servizio di Dio, possa passare per momenti di tali tormenti spirituali ? Oppure, perché avrebbe dubitato della esistenza di Dio ?

 Le prove nella vita spirituale non sono sconosciute ai santi e per questo non ci dobbiamo scandalizzare. Dio ha i suoi cammini per condurre gli uomini alla santitá perfetta, cammini che non sono i nostri come dice la scrittura: " i miei pensamenti non sono i vostri pensamenti,i vostri cammini non sono i miei cammini ( Is.55.9 )


Preghiere

PREGHIERA PER I SOFFERENTI

Image

PREGHIERA PER I SOFFERENTI

O Madre, rifugio dei sofferenti,
ascolta le preghiere che ti rivolgiamo.
Rasserena e conforta
i malati e gli infermi,
i vecchi e i moribondi.