Image

Guardati dall'eccessiva smania del sapere.
Moderati nell'eccessiva tendenza al fare.
Riposati in Cristo Crocifisso.

Se ti lascerai sopraffare dal desiderio di allargare all'infinito l'area della tua cultura,  finirai col diventare un eclettico depersonalizzato, uno zibaldone di  nozioni disordinate.

Ti troverai anche un bagagliaio di superficialità, ostile ad  una seria concentrazione di te stesso sull'essenziale, cioè su Dio.




Se ad un certo punto, la tua attività sfuggisse al tuo controllo, diventerebbe la tua aguzzina  capace di compromettere la tua salute fisica, i tuoi equilibri psico dinamici.

 Ti dominerebbe pensieri, progettazioni, fino a renderti schiavo del tuo da fare.
 A questo punto, faresti tutto, meno che ..te stesso.




Per godere della vera gioia del sapere (la più nobile della vita umana), bisogna conoscere sempre più profondamente Cristo e il suo mistero di Salvezza.

E' una gioia sottile, che spinge ad immergersi sempre più nella sua luce, piena di fulgore che non abbaglia, e nel suo calore, che dona vita anche ai morti.



Per fare se stessi, cioè per lasciarci fare dalla grazia dello Spirito Santo, non c'è metodo più adatto che tener di fronte Cristo Crocifisso, capolavoro paradossale del Padre che ci ha amati, fino a mandare in croce il suo Figlio Unigenito!




THE WAYS OF THE SPIRIT

Hebrew and Christian Easter

Image

Hebrew and Christian Easter
Exploration of the Hebrew origins


The Hebrew Easter. The meaning of the ward "Easter" comes from the Hebrew "Paseh" meaning "Passover" it was the annual Feast that the Hebrews remembered the prodigious Passover of the Red Sea, after 530 years of slavery in the land of Egipt freed by Moses. Moses lead the people through the desert towards the land of Palestine, the promised  land with a journey that lasted 40 years with many difficulties.

 

WEGE DES GEISTES

Perchè mi percuoti?

Image

Perchè mi percuoti?

Aveva appena ricordato il suo parlare
 aperto, sincero, franco, per tutti.
E d'improvviso, mortificante, per lui,
 uno schiaffo soldatesco violento.
 Ne è ferita soprattutto l'anima:
è rifiutata la parola, spezzata la fiducia,
 colpita la dignità.



Preghiere

Preghiera "La carità"

Image

La carità

Un giorno venne un povero alla porta,
tendeva la sua mano per il pane,
la via che percorrevo era contorta:
lo ricacciai deciso, come un cane!
 
Poi un giorno che tirava forte il vento,
lui ritornò sicuro col sorriso,
ed io che in cuor mi dissi:
”Non mi pento!”,
il mio mantello strinsi più deciso.