Image


Gesù vide una grande folla
ed ebbe compassione di loro

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO

La missione di Gesù continua in quella dei dodici e da questi a tutti gli apostoli di oggi. Gesù ha compassione delle folle che, come dice Lui "Sono stanche e sfinite come pecore senza pastore".

 Con i suoi apostoli il Cristo non parla di riunioni, convegni, assemblee, ma detta loro perentoriamente la legge dell'amore... ”Guarite gli infermi, risuscitate í morti, sanate i lebbrosi... gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date…”.


L’ansia di Gesù per la salvezza e la vera felicità  per tutto il genere umano appare evidentissima nella figura del Sacro Cuore di Gesù, quando apparve a Margherita Maria Alacoque  nel monastero di Paray-le-Monial.

Image
L'apparizione di Gesù a
Santa Margherita Maria Alacoque

La discepola prediletta nacque a Lautecour in Francia il 22 luglio 1647. Ebbe un'infanzia molto sofferta (avendo perso il padre a soli otto anni) per continui maltrattamenti da parte di parenti egoisti ed esosi, oltre a grossi problemi di salute.

Entrò nel monastero di Parayle-monial, dove visse 19 anni, fino alla morte avvenuta a 43 anni di età.

E' stata proclamata santa nel 1920 da papa Benedetto XV. Spesso Maria Margherita passava la notte in preghiera nella cappellina del monastero e qui ebbe ripetute apparizioni del Signore con un cuore fiammeggiante in mano, che diceva alla sua confidente: "Ecco quel cuore che ha tanto amato gli uomini e dai quali riceve ingratitudini ed offese..." . 

Il Signore disse a Margherita Maria che la conoscenza e l'amore del Suo Cuore si diffondessero nel mondo ed in una di questa apparizioni, mostrando sempre il suo Cuore, splendente come il sole di fulgidissima luce, fece le seguenti promesse per i suoi devoti:

1.  Darò loro tutte le grazie necessarie al loro stato.
2.  Metterò e conserverò la pace nelle loro famiglie.
3.  Lì consolerò in tutte le loro pene.
4.  Sarò loro rifugio sicuro in vita e specialmente in punto di morte.
5.  Spanderò copiose benedizioni su di ogni loro impresa.
6.  I peccatori troveranno nel mio Cuore la sorgente e l'oceano infinito della   misericordia.
7.  Le anime tiepide si infervoreranno.
8.  Le anime fervorose giungeranno in breve tempo a grande perfezione.
9.  La mia benedizione poserà anche sulle case dove sarà esposta ed onorata l'immagine del mio Cuore.
10. Ai sacerdoti io darò la grazia di commuovere i cuori.
11. Le persone che propagheranno questa devozione, avranno il loro nome scritto nel mio Cuore e non ne sarà cancellato mai.
12. A tutti quelli che, per nove mesi consecutivi, si comunicheranno al primo venerdì di ogni mese, io prometto la grazia della perseveranza finale: essi non morranno in mia disgrazia, ma riceveranno i santi Sacramenti (se necessari) ed il mio Cuore sarà loro sicuro asilo in quel momento estremo.

E' sorprendente questa generosità e amore del Cristo verso tutti gli uomini.

Un giorno di fronte alle continue critiche dei farisei per il suo modo di agire disse: "... Io sono venuto per i  peccatori e voglio ad ogni costo che un giorno anche loro raggiungano la felicità eterna...”. 

Sono parole di verità e vita che danno grande fiducia e speranza ad ogni essere umano, perché tutti consapevoli dei nostri limiti e dei nostri peccati...

Se fossimo stati presenti, quando Gesù di fronte alla prostituta, che doveva essere uccisa a sassate, secondo la legge mosaica, disse: "Chi é senza peccato scagli la prima pietra..." certamente anche noi ce ne saremmo andati... senza colpo ferire...!

Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VIDEO CORRELATO

"COME E' BELLO SIGNORE"


Image

AS VIAS DO ESPIRITO

Imitação ..... 3.20 DA CONFISSÃO DA PRÓPRIA FRAQUEZA E DAS MISÉRIAS DESTA VIDA

Image

Imitação ..... 3.20
 
DA CONFISSÃO DA PRÓPRIA FRAQUEZA
E DAS MISÉRIAS DESTA VIDA

 
Confessarei contra mim mesmo a minha iniquidade: confessar-vos-ei, Senhor, a minha fraqueza. Muitas vezes um nada me abate e me contrista. Proponho agir varonilmente, mas apenás quando me vier uma pequena tentaçaõ, sinto grande angustia. Às vezes de uma coisa insignificante procede de grave tentação. Outras vezes, quando me julgo um tanto seguro, eis-me, não raro, prostado por um leve sopro.  Vede, Senhor, minha baixeza e minha fragilidade, tão de vós conhecida. Compadecei-vos de mim e tirai-me do lodo,para que não me atole: nem fique para sempre soterrado. O que,  frequentemente, me atormenta e confunde, diante de vós, é sentir-me tão inclinado a cair e tão fraco em resistir às paixões.

THE WAYS OF THE SPIRIT

Did the Virgin Mary really die?

Image

Did the Virgin Mary
really die?


The very first question that arises staring at an ancient Byzantine icon of the Dormition representing the Virgin Mary’s body laying on a bed and Her figure raising above it, it’s if this picture, painted by a Mount Athos monk, indented to represent, with such a little convincing patterns, only Her Soul or Her entire Body as well. A religious inexperienced viewer would have his attention attracted by the abstract symbolism, while the pious viewer looking for cheap experiences would be contradicted by the archaic verism of the Virgin laying on a bed on the verge on expiring, like an ordinary woman.

 

WEGE DES GEISTES

“Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri”

Image

VI domenica
di Pasqua


Anno B


“Questo vi comando: che vi amiate gli uni gli altri”

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Durante l’anno liturgico la prima lettura per l’ascolto della Parola di Dio è presa dai libri del Vecchio Testamento e, le poche righe proposte non sempre, per noi digiuni, sono di facile collocazione e interpretazione. In questo periodo post pasquale la Liturgia attinge dagli atti degli Apostoli, il libro presumibilmente scritto dall’evangelista Luca nei primi mesi del 64, dove propone all’ottimo amico Teofilo, i fatti avvenuti mentre lui era presente. Nel brano di oggi emerge la figura di Pietro che, confermato dal Maestro, Capo della Chiesa, giunge a Cesarea Marittima e va in casa del centurione Cornelio, che aveva chiesto di parlare con lui.
Il centurione, che è pagano, appena vede Pietro “si gettò ai piedi per adorarlo” ma Pietro lo alzò dicendo “ …alzati, anche io sono un uomo…”. Quanto è bello questo comportamento di Pietro che non fa pesare il suo titolo sugli altri, ma usa prudenza, equilibrio, umiltà.


Preghiere

Preghiera "La carità"

Image

La carità

Un giorno venne un povero alla porta,
tendeva la sua mano per il pane,
la via che percorrevo era contorta:
lo ricacciai deciso, come un cane!
 
Poi un giorno che tirava forte il vento,
lui ritornò sicuro col sorriso,
ed io che in cuor mi dissi:
”Non mi pento!”,
il mio mantello strinsi più deciso.