Gesù disse:” Oggi si e’ compiuta questa scrittura “. PDF Print E-mail
Image

III Domenica T.O/c
24 Gennaio 2016

Gesù disse:” Oggi si e’ compiuta questa scrittura “.


Ormai la Liturgia , lasciato tutto il periodo di prima giovinezza di Gesù, segue la sua vita pubblica, il suo insegnamento, gli ostacoli che incontra; tutto in prospettiva del 29 Marzo prossimo, con la fine umanamente ingloriosa del Messia che aveva promesso, garantito tanto, e i suoi acerrimi nemici crederanno di metterlo a tacere per sempre, portandolo al patibolo.
Gesù saputo dell’imprigionamento del Battista, ordinato da Erode Antipa, per allontanarsi dal pericoloso controllo dell’empio sovrano, ritorna in Galilea.
E’ questo il momento in cui “ la sua fama si diffuse in tutta la regione; insegnava nelle sinagoghe e tutti ne facevano grandi lodi”.



Image

Si recò a Narareth dove era stato allevato, ed entrò, secondo il suo solito, di sabato nella sinagoga e si alzò a leggere.

Ogni centro palestinese aveva almeno una sinagoga(=luogo di preghiera e di istruzione).

Era costituita da una sala a tre navate ( contornata da un matroneo per le donne ), orientata in modo che i fedeli fossero rivolti verso Gerusalemme, con un atrio dove era la vasca per le abluzioni e qualche stanza adiacente per la scuola dei fanciulli e per ospizio dei pellegrini.
In un armadio della sala erano sistemati rotoli dei libri sacri. Le riunioni si tenevano specialmente il sabato ( ma anche il lunedì e giovedì ).
Si iniziava con la preghiera comune ( sema= ascolta Israele ); seguiva la semònèesrè ( diciotto benedizioni o preghiere ); si leggeva quindi la Bibbia, prima in ebraico, poi in aramaico, lingua allora parlata dal popolo.
Seguiva una esortazione e infine un’altra preghiera e la benedizione.
Image
Gesù si regola in tutto da buon israelita; entra nella sinagoga, in giorno di sabato, si offre di leggere e secondo la consuetudine, si alza in piedi “..gli occhi di tutti, nella sinagoga, stavano fissi su di Lui, in trepida attesa delle rituali esortazioni…”. E Gesù si qualifica  come Messia ( ma il discorso non è riportato dall’evangelista Luca ).
Da questo breve spaccato della vita pubblica di Cristo, cogliamo due insegnamenti, certamente utili per noi.
E’ sorprendente la religiosità del popolo israelita e il suo bisogno dell’ascolto della Parola di Dio, se la paragoniamo alla nostra aridità ed insofferenza ad una meditazione lenta, per assimilare ogni particolare.
Ci pensate, a volte, il nostro gradimento va per quella Chiesa dove la messa è corta ( come si dice in gergo popolare ); così in una manciata di minuti, ci sembra di aver assolto al precetto festivo ed usciamo di Chiesa, come siamo entrati, con la nostra aridità.
Image

Ci sono i lettori che non sempre sono di nostro gradimento o simpatia e quando siamo fuori del tempio, c’è una apparente benevola critica, ma pungente,perché inconsciamente scatta in noi un vago sentimento di invidia..   E’ quello che avvenne tra i paesani di Gesù.
Avevano seguito con raccoglimento la preghiera, le letture e le esortazioni, ma poi, in piazza, è spontaneo anche per loro dire: …ma questo non è figlio di Giuseppe?..e chi si crede di essere?…
Signore mio, sgombra dalla mia mente ogni riferimento o raffronto, perché nel mio cuore la Parola di Dio diventi feconda e mi guidi nei meandri del mio quotidiano.
Image

AS VIAS DO ESPIRITO

DÉCIMO SEGUNDO DOMINGO DO TEMPO COMUM

Image

DÉCIMO SEGUNDO DOMINGO DO TEMPO COMUM
21 MAIO 2015
UMA REFLEXÃO


Deus se preocupa com os dramas dos homens ? Aonde está Ele nos momentos do sofrimento e das dificuldades que enfrentamos ao longo de nossa vida ?  A liturgia desse décimo segundo domingo do tempo comum nos diz que, ao longo de sua caminhada na terra, o homem não está perdido, sozinho, abandonado à sua sorte, mas Deus caminha ao seu lado, cuidando com amor de pai e oferecendo  a cada passo a sua ajuda e salvação.

THE WAYS OF THE SPIRIT

DEVOTION TO HTE FAITHFUL DEPARTED

Devotion to htr faithful departed

NOVEMBER IS THE MONTH

DEDICATED TO THE FAITHFUL DEPARTED

Codice shinistaT <

Non of the convinced catholic doubts of the legitimacy of the power of prayers and good dids addressed to God for the Souls of the faithful departed. Sometimes also we catholics are doubtful about the value of the prayers and good dids.We need to make it clear and try to remember what was said about the etymological meaning of the ward " SUFRAGE " In our days it has the unmistaka ble meaning of prayers for the dead ones. Really the latin meaning of " Sufrage "means simply " HELP " In recent times we have the real meaning when we talk about electoral suffrage for candidates,a support for a vote.

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

12 DE SETIEMBRE DULCE NOMBRE DE MARÍA

Image

12 DE SETIEMBRE

DULCE NOMBRE DE MARÍA

Te elijo, María, en presencia de la corte celestial por mi madre y reina.

 Entrego y consagro con toda sumisión y amor, mi cuerpo, mi alma, mis bienes interiores y exteriores, el valor mismo de mis buenas obras, pasadas, presentes y futuras, dejándote el pleno derecho de disponer de ellas, de mí y de todo que me pertenece, sin excepción, según tu beneplácito, a la mayor gloria de Dios en el tiempo y la eternidad.   Recibe, dulce Virgen María, esta ofrenda de mi esclavitud de amor, en honor y unión de la sumisión que la sabiduría eterna quiso tener con tu maternidad; en vasallaje del poder que tenéis los dos sobre este miserable pecador, y en acción de gracias por los privilegios con que te ha favorecido la Santísima Trinidad. 

 


WEGE DES GEISTES

¡FELIZ PASCUA DE RESURRECCIÓN!

Image

¡FELIZ PASCUA DE RESURRECCIÓN!


¡Feliz  Pascua de Resurrección hermanos!
¡Feliz  día de la luz!
¡Feliz  futuro en el que amanece
un  nuevo horizonte para el hombre!
¡Ha  resucitado! ¡Aleluya!
 
Esta felicidad,  hermanos,
no  es igual que la del resto del año:
¡Ésta  nos rescata de la tristeza!

 

Preghiere

A Maria, donna che conosce la danza

Image

A Maria, donna che
conosce la danza
Facci capire che la festa
 è l'ultima vocazione dell'uomo
 

Santa Maria donna che ben conosci la danza, ma anche conosci il patire, intenta, già sotto la croce, a come trasporre nei ritmi della festa i rantoli di tuo figlio, aiutaci a comprendere che il dolore non è l'ultima spiaggia dell’uomo.