Image
Le crisi del cammino spirituale
TERZA CAUSA
GLI IMPEGNI DI FAMIGLIA

Forse qualcuno/a di voi si sarà accorto che la tematica che stiamo portando avanti in questa rubrica  si riallaccia a quelle più consistenti . Sarà, come si spera, un'offerta anche per chi non si è trovato in grado di poterla gustare in quelle giornate veramente piene di Spirito Santo.
Esistono crisi derivanti dalla stesso disimpegno dei doveri del proprio stato, pur essendo adempimento della volontà di Dio. Portiamoci sopra una breve riflessione.
Se il discorso inquadra direttamente voi donne, si avverte che proprio questi doveri vi creano un aumento sensibile di difficoltà a ritagliarvi momenti riservati esclusivamente alle vostre esigenze spirituali. Si può arrivare davanti al rischio di ritrovarsi immerse in un mare di faccende, di ansie che svuotano mente e cuore, riducendovi a salvare (e non sempre del tutto) appena I' indispensabile a conservare la propria identità cristiana. Niente più aspirazioni per una vera spiritualità, ricca di esperienze personali con Dio.


Image
Così si tira avanti. Ma si spera sempre che la situazione cambi.
Purtroppo questo cambiamento avverrà, ma spesso non nella direzione desiderata, bensì in quella di un peggioramento della situazione personale in famiglia, nella problematica connessa con figli che crescono, e devono inserirsi in un mondo chiaramente corrotto, per poi, domani, formarsi una famiglia.
In questo modo la donna( e, in misura diversa, ma non troppo, anche l'uomo)passerà di crisi in crisi.
Ripenserà spesso e con profonda nostalgia, ai tempi radiosi in cui sentiva Gesù al suo fianco a stringerla . senza privarla della sua libertà di movimenti, a riempirle il cuore con un amore che chiede solo di donarsi.
Image
Arriverà, certo, l'età della pensione, eppoi della.. .decrepitezza fisica, seguita da sclerosi mentale, fino al periodo conclusivo, quando una stenterà a raccapezzarsi cosa stia facendo, dove si trovi e in che direzione si stia movendo...
E, allora, che ne sarà dei sogni di spiritualità accarezzati con tanta sincerità, nella primavera della vita spirituale, dietro le prime voci, con le quali Gesù vi aveva chiamate vicine a Sé? Dove è andata a finire tutta quella poesia che non vi disinnestava affatto dalla realtà concreta, ma la sublimava, la rendeva accettabile, anzi desiderabile, come un dono del Creatore?
A dire il vero, molte (ma non accentuerei questo molte)  hanno tenuto fermo alle prime risposte date a Gesù. E ora, a 30-40-50 e più anni di distanza, le troviamo ancora ricche di un entusiasmo che, come è ovvio, non è più quello divinamente incosciente dei primi balzi in avanti, ma quello maturato fra dure prove e raffinato al fuoco di un amore che ha segnato di sé tutta una vita.
Image
Altre, assai più numerose, non hanno voltato le spalle a Gesù come i discepoli della crisi del discepolato, riportata dal Vangelo di Giovanni al capitolo sesto; tuttavia hanno pagato il tributo ai fattori che abbiamo appena elencato, riassumendo drammi dai risvolti più impensabili.

L'augurio che formuliamo scaturisce dallo scopo che ci siamo proposti in questa ricerca sulle crisi del cammino spirituale: che non la cediamo alle difficoltà - che ci si affidi ancora una volta a Colui che
ci ha chiamati accanto a Sé e, chiamandoci ha predisposto per ciascuno di noi il sostegno che rende possibile anche l'impossibile.
Image

AS VIAS DO ESPIRITO

21° Domingo do Tempo Comum

Image

21° Domingo do Tempo Comum
24 Agosto 2014
Uma reflexão

No centro da reflexão que a liturgia desse domingo nos propoe estão dois temas à volta dos quais se constroe e se estrutura toda a existência cristã: Cristo e a Igreja.
O Evangelho convida os discipulos a aderirem à Jesus e a acolher-Lo como Messias, Filho de Deus. Desta adesão nasce a Igreja como unidade de discipulos de Jesus convocada e organizada à volta de Pedro.  A missão da Igreja é dar testemunho da proposta de salvação que Jesus veio trazer.
.....
Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

The Holy Family of Nazareth

Image

The Holy Family
of Nazareth

The liturgical proposals are mainly imitative. The Holy Family is the classical model offered and apparently an ordinary family: a worker, a humble woman and a child. They lived in a poor house, dug in the stone of the hill, mixed with the many others - leaned one on another - that shaped the little village of Nazareth. The worker, whose name was Joseph, was a carpenter of the village. Those who saw him working night and day, or those who met him in the street, bent under the weight of a board, could never be able to guess that he had frequent conversations with Angels and that he was in charge of the biggest matter in the human history: the Saviour.
 
 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

La Sagrada Familia: Jesús, María y José

Image

La Sagrada Familia:
Jesús, María y José

Evangelio: Mateo 2,13-15.19.23
Levántate, toma al niño y a su madre y huye a Egipto.

Junto al silencio para oír, José nos regala otra actitud fundamental para orar: la obediencia a la novedad de Dios; porque el protagonismo es de Él y su propuesta es superior a nuestras fuerzas. José acoge el amor desbordante de Dios y avanza obedeciendo; de esa forma, en lo insignificante y en lo humilde, se hace presente la amorosa voluntad de Dios. José obedece para cuidar la vida de su familia, la vida de Jesús, que desde los inicios está amenazada. ¡Cuánta fidelidad de Dios a José, y de José a Dios! ¡Cuánta confianza y fuerza le brotan de sus adentros iluminados por la fe!

WEGE DES GEISTES

Rimaniamo uniti a Cristo vera vite

Image


V domenica
di Pasqua


Anno B


Rimaniamo uniti a
Cristo vera vite


PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Siamo già alla quinta domenica di Pasqua; si avvicina ormai la partenza definitiva di Gesù che ritorna al Padre (20 Maggio p.v.) e questo ultimo periodo viene impiegato dal Maestro per confermare nella fede i suoi amici, gli apostoli. Ora sono convinti che Lui non è un fantasma. Lo hanno toccato! Ha mangiato con loro! L’ansia di Gesù è che rimangano uniti fra loro, tramite Lui. E ancora una volta porta una similitudine plastica, comprensibilissima per loro: “…rimanete in me e io in voi. Come il tralcio non può far frutto da se stesso se non rimane nella vite, così anche voi se non rimanete in me. Io sono la vite, voi i tralci. Chi rimane in me ed io in lui, fa molto frutto, perché senza di me non potete far nulla…se rimanete in me e le mie parole rimangono in voi, chiedete quel che volete e vi sarà dato…”. E gli apostoli con atteggiamento semplice, quasi infantile, si imprimono nella mente l’immagine del tralcio che perchè viva deve essere sempre attaccato alla vite. Non esiste una vita cristiana senza un comunione totale con Cristo.


Preghiere

La preghiera del prete

Image

La preghiera
del prete


Dio mio e Signore mio, sono un tuo prete, abbondo di amore per te. I tuoi figli, miei fratelli si aspettano da me i tuoi doni infiniti:  fa di questo tuo prete chiarezza per i loro dubbi, pace se scendono nei tormenti dell'esistenza e gioia nella volontà di vivere i tuoi insegnamenti, le tue parole; fa di me la tua presenza nel loro cuore, nella loro mente come tu sei sempre in me e riempi delle tue certezze i giorni di chi mi interroga, avrò così la tua pace mentre sarò cercato nel tuo nome.