Image


Io sono il pane vivo
disceso dal cielo

PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
 

Ai tempi di Cristo i punti fondamentali e di credibilità erano i maghi, gli indovini, gli stregoni, i falsi profeti e tutta la gente pendeva dalle loro labbra e dai loro vaticini.

E Gesù veniva considerato uno di questi, con una attenzione particolare per i miracoli che compiva e la folla che ne era testimone.


Ma la premura del Messia è quella di dimostrare che Lui è Dio e per questo ha poteri straordinari, superiori a qualsiasi forza umana.

Il compito più gravoso era quello di dimostrare che se uno mangia il Suo Pane vivrà in eterno ed il pane che Lui darà è la Sua Carne. Discorso arduo, incomprensibile e inconcepibile per i suoi interlocutori!

Image
Una raffigurazione
del Profeta Geremia
 

La liturgia di questa XIX^ domenica ci propone nella prima lettura poche righe prese dal primo libro dei Re.

E' un libro del Vecchio testamento, scritto circa 600 anni prima di Cristo, forse dal Profeta Geremia perché inserito nell'ambiente letterario e religioso di quel tempo: <... in quel tempo, Elia si inoltrò nel deserto e andò a sedersi sotto un ginepro. Desideroso di morire disse: "Ora basta Signore, prendi la mia vita...". Si coricò e si addormentò sotto un ginepro. Allora ecco che un angelo lo toccò e gli disse: "Alzati e mangia!". Si alzò, mangiò e bevve. Con la forza datagli da quel cibo camminò quaranta giorni e quaranta notti fino al monte di Dio, l'Oreb>. 

Quel pane fu la salvezza di Elia.

Seicento anni dopo viene il Messia e si offre all'umanità intera come pane vivo disceso dal cielo...

Ma nei Giudei il motivo fondante dei loro ragionamenti era la mormorazione e infatti dicevano: "Costui non è forse il figlio di Giuseppe? Di lui conosciamo il padre e la madre. Come può dunque dire: "Sono disceso dal cielo?". 

Quanta pazienza in Gesù, quanta sopportazione! E come è difficile portarli alla persuasione.

Troverà difficoltà perfino con i suoi amici, gli apostoli; infatti davanti alla loro incredulità un giorno disse loro: "Volete andarvene anche voi?". 

Ma perdura, insiste nel suo progetto e per amore farà questo dono di sé agli uomini di tutti i tempi.

E sapeva benissimo, perché Dio, quale sarebbe stata la nostra incredulità, la nostra indifferenza.

Ci pensi quale amore smisurato ha sempre avuto verso ciascuno di noi!

Domandiamoci un istante, quale è il nostro atteggiamento verso il Pane Eucaristico?

Image

Nel momento in cui siamo in Chiesa e quel Pane, l'ostia, tra le mani del celebrante, diventa corpo di Cristo, dovrebbe esplodere la nostra fede di fronte a questo prodigio che si ripete ogni giorno, nei secoli...

Vorresti avere conferma dai tuoi sensi? Con i tuoi occhi non vedrai mai nulla di cambiato; stesso colore, stessa grandezza, stesso sapore...

E' soltanto con la fede che devi fare la tua professione: credo Signore che tu sei realmente presente sotto le specie di quel pane...

Image

E se avrai la fortuna di nutrirti, qualche volta, di quel pane di vita (eucaristia) sarà vero nutrimento della tua anima e con Lui dentro il tuo cuore ti sentirai sicuro, e non temerai i mali che la vita ti propone ogni giorno.

Don Lucio Luzzi
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

VIDEO CORRELATO

ADORAZIONE EUCARISTICA


Image

AS VIAS DO ESPIRITO

CARTA DO PAPA JOÃO PAULO SEGUNDO ÀS MULHERES

Image

CARTA DO PAPA JOÃO PAULO SEGUNDO
ÀS MULHERES

 
Graças à ti,  mulher-mãe, que te fazes sêde do ser humano na alegria e no cansaço de uma experiência ùnica, que te rende sorriso de Deus pelo menino que vem à luz, te fazes guia, sostento no crescimento, ponto de referimento no sucessivo caminho da vida.
 

Codice shinistaT

THE WAYS OF THE SPIRIT

The Holy Shroud

Image

The Holy Shroud
From the studies of
Mons. Giulio Ricci,
Shroud researcher


The Shroud is a rectangular linen (m. 4,36 x 1,1), woven in a three-to-one herringbone twill composed of flax fibrils and is the most eloquent “corpus delicti” used by researchers to reconstruct the offensive event it shows: the death on the cross. The crucified man, before his death, has suffered under a particularly cruel flagellation, a crowning with thorns (first ever registered by researchers in a crucifixion), an upward gouge in the side caused by a spear penetrating into the thoracic cavity and at last shrouded, naked, in a linen without being previously washed and covered with resins. The integrity of the shroud testifies that the body it shrouded never knew the corruption; otherwise the shroud itself would have been damaged.
 

LOS CAMINOS DEL ESPIRITU

Honor y honras al Glorioso Señor San José

Image
Honor y honras al Glorioso Señor San José

El Misterio escondido desde los siglos, Dios lo regala ahora, en la plenitud de los tiempos, a José. Y el Espíritu Santo le impulsa a acogerlo con sus pobres manos vacías y su silencioso corazón. Así acompaña y participa de la fe y del amor de María.
* José, el hombre de ojos limpios y corazón abierto aprendió día a día el arte de:
- aceptar y acoger incondicionalmente a María, grávida de la semilla del Amor de Dios en su seno;
- ubicarse en la noche de la vida y orientarse en las dificultades;
- escuchar en silencio la verdad callada de las personas y de los acontecimientos
- respetar y hacer crecer la vida que se le confiaba;
- esperar, sin prisas, en la noche a que la palabra de Dios le indicara el camino a seguir



WEGE DES GEISTES

Dal mistero della croce alla gloria del figlio di Dio

Image


II domenica di
Quaresima


Anno A


Dal mistero della croce
alla gloria del figlio di Dio


PENSIERO DELLA DOMENICA
+ VIDEO CORRELATO
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


Avanzando nel tempo di Quaresima, siamo più attenti all’invito di Dio: bisogna lasciare le nostre sicurezze come Abramo e gli apostoli; dobbiamo spogliarci delle cose superflue per riscoprire il vero volto di Cristo. La seconda domenica della Quaresima ci presenta il tema della Trasfigurazione Gesù va sul monte Tabor per conversare con Dio e si transfigura davanti a Pietro, Giacomo e Giovanni. La nostra vita è marcata per tante esperienze ed ostacoli che solo nei momenti di preghiera possiamo riposare e guadagnare nuove forze e anche nuove situazioni che ci fanno felici potendole considerare come le  esperienze del Tabor: stare con la famiglia, convivere con gli amici, ascoltare una buona musica, leggere un libro...

Preghiere

PREGHIERA PER CHI SOFFRE

Image

PREGHIERA PER CHI SOFFRE
O’ gloriosa Santa Rita, che hai partecipato
alla passione di nostro Signore Gesù Cristo
in modo prodigioso, fa’ che io possa accettare
con amore le pene di questa vita e proteggimi
nelle mie azioni di ogni giorno.